Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Fondi pensione: sono davvero convenienti?

Secondo i dati pubblicati da una recente inchiesta del Covip, l’autorità che vigila sui fondi pensione, circa 3 lavoratori su 100 hanno aderito ai fondi pensione.

Il tasso più alto di adesioni si trova nel nord-est, mentre è quasi nullo nel sud e nelle isole.

Il dato più sconfortante, però, riguarda i giovani: è molto esiguo il numero di adesioni e la causa affonda le sue radici soprattutto nel lavoro precario e nello stipendio basso.

Ci sono due categorie di fondi: chiusi e aperti.

I fondi pensione chiusi sono legati al contratto collettivo di lavoro e ogni settore ha il suo fondo.

Un lavoratore dipendente, se vi aderisce, per poter avere il contributo del datore di lavoro deve sottoscrivere quello del suo settore: proprio per questo vengono chiamati anche fondi di categoria.

I fondi pensione aperti sono invece destinati a tutti: lavoratori dipendenti e autonomi.

Poi ci sono i piani individuali pensionistici (Pip): non sono fondi ma un tipo di assicurazione con finalità pensionistiche.

Tutti possono sottoscriverli, ma noi li sconsigliamo perché non sono convenienti.

continua la lettura su Altroconsumo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: