Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Il senso di una fine

 

Testi & Foto di Loredana_sq18

🍂Amori autunnali🍁

Il senso di una fine.
Bello, fin dal titolo.

Tu a cosa pensi subito?
Alla fine di un amore? Sì.
Alla fine di una vita? Anche.
Alla fine di una menzogna, di un passato come ti faceva comodo ricordarlo? Sì e sì.

Un libro bellissimo sugli inganni del tempo, la fallibilità della memoria, la cecità dell’io ed i suoi meccanismi egocentrici.
Un grande romanzo dolente sull’ inadeguatezza.

Sull’ impossibilità da parte degli uomini di definire il senso della propria esistenza senza la testimonianza degli altri.

La Storia, le storie, la nostra storia.

“Con quale frequenza raccontiamo le storie della nostra vita? Aggiustandole, migliorandole, applicandovi tagli strategici? E più avanti si va negli anni meno corriamo il rischio che qualcuno ci possa contestare quella versione dei fatti, ricordandoci che la nostra vita non è la nostra vita, ma solo la storia che ne abbiamo raccontato. Agli altri ma soprattutto a noi stessi.” (p. 96)

Forse è così che avrebbe scritto anche il giovane Holden se fosse arrivato a sessant’ anni – con malinconia ed una penna vibrante, indirizzandosi spesso verso di te, lettore – la storia del protagonista che si dipana sul filo sottile della memoria.
.
E alla fine ti lascia attonito nel frastuono della verità.

👑 Man Booker Prize 2011

(😬sbagliando non si impara un bel niente)

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 novembre 2019 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: