Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: L’uomo che ride

Testi & foto di Ro_0225

Una storia che lascia il segno, un incontro di anime in mezzo alle tenebre, loro così diversi, ma così simili, le “anime” quelle che non hanno niente, che hanno affrontato il peggio del peggio, che sono uscite dall’abisso più profondo, con mille difficoltà, quelli a cui la vita ha tolto quasi tutto, eppure hanno una forza incredibile addosso.

Una luce dentro che non si spegne, una luce che illumina anche la vita di chi sta accanto a loro, ancora in grado di sperare, di donare amore, felicità , gioia e umanità, tanta umanità… e sorrisi, lacrime, emozioni, riflessioni e verità…

Avrei potuto sottolineare ogni singola parte del libro, per tutte le frasi , le parole, che ho letto e riletto, in questa storia magnifica che affascina, sorprende, toglie il fiato e spacca il cuore…

“Del loro inferno avevano fatto il cielo; tale è il tuo potere amore! Dea sentiva ridere Gwynplaine. Gwynplaine vedeva sorridere Dea. Così avevano trovato la felicità ideale, realizzato la gioia perfetta della vita, risolto il misterioso problema della felicità. E chi erano? Due miserabili.”

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 marzo 2020 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: