Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Nel mio comune arriva il Farmadrive! Ma che è?

Ieri mi è arrivata un messaggio da parte del Sindaco del mio comune di residenza con alcune informazioni, tra cui la conferma che dopo numerosi rinvii apre la nuova farmacia … Continua a leggere

17 settembre 2019 · 2 commenti

Un libro: L’etichettario. Dizionario di alternative italiane

  Negli ultimi 30 anni, le parole inglesi entrate nella nostra lingua sono più che raddoppiate, e anche la loro frequenza d’uso è aumentata. Ogni giorno abbiamo a che fare … Continua a leggere

24 giugno 2019

AAA: dizionario delle Alternative Agli Anglicismi

Ricevo da un collega blogger (o, come direbbe Zop: blogghista) e pubblico con piacere, visto che combattiamo la stessa battaglia contro gli anglicismi evitabili. (Fonte: unavigenttadipv.it) E’ stato pubblicato in … Continua a leggere

12 settembre 2018

Anglicismi (pure sbagliati) a piene mani. Non se ne esce…

Premessa: queste cattive abitudini “linguistiche” mi hanno stancato, tanto più se arrivano da soggetti istituzionali…   Un caso tipico dove si vuole fare diffondere alle masse delle informazioni attendibili, ma … Continua a leggere

22 maggio 2018

Prenoti una cena e chiedi il backup in caso di pioggia…

Licia Corbolante scrive spesso che Milano è la capitale dell’itanglese e dell’inglese farlocco; quanto segue conferma il suo sentire. Ieri mi ha scritto l’Amica che dirige un noto locale milanese  … Continua a leggere

17 maggio 2018

Ennesima “perla” linguistica del Comune di Milano…

Tempo fa, su Licia Corbolante (su Twitter: @terminologia) ha fatto al Comune di Milano una domanda più che legittima sul termine Happy popping: …e come sempre capita ha dovuto insistere … Continua a leggere

24 gennaio 2018

Se parli come mangi, eviti brutte figure: vedi gli italiani che usano “aka” a caso

L’abbreviazione inglese aka (o a.k.a.) sta per also known as e come alias in italiano si usa tra il nome reale di una persona e lo pseudonimo, il nome d’arte, o il soprannome con cui è conosciuta, … Continua a leggere

19 dicembre 2017

Nella legge di bilancio 2018 ecco dei nuovi (ed inutili) anglicismi: caregiver e care leaver

in sintesi un post di Licia Corbolante che puoi leggere integralmente cliccando QUI Le comunicazioni sulla legge di bilancio 2018 sono anche di interesse lessicale perché si scoprono parole nuove: … Continua a leggere

14 dicembre 2017

Se Nexi usa l’inglese (scorretto) per comunicare con i suoi clienti italiani

In sintesi un post di Licia Corbolante che una volta di più con poche parole smonta l’ennesimo abuso di anglicismi, quando scrive: Vi rivolgete al mercato italiano e pensate che … Continua a leggere

30 novembre 2017

Un libro: Diciamolo in italiano

Nell’era del web e di internet, le parole inglesi si insinuano sempre più nella nostra lingua senza adattamenti e senza alternative. Spesso rendono gli equivalenti italiani obsoleti e inutilizzabili, cambiando … Continua a leggere

26 settembre 2017