Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Ah, questi titoli male impostati…

Nota di Pao: Leggo oggi il titolo di un articolo su Corriere.it, sparato a caratteri in grassetto:

Foligno, carabiniere ucciso da un suv che non si ferma ad un posto di blocco.

A prescindere dalla drammaticità dell’evento, il Maresciallo è stato ucciso dal conducente di un’auto che non si è fermata al posto di blocco. Il fatto che sia un Suv oppure un’utilitaria, è marginale. Io detesto l’uso errato dei Suv fatto dalla maggior parte degli automobilisti, ma in questo caso non serve richiamare l’attenzione sul modello dell’auto, ma sull’evento. Tra l’altro, così facendo si spersonalizza il conducente, ovvero l’unico responsabile dell’omicidio (questo è, per me) trasferendo la colpa sul Suv.

°°°

Un maresciallo dei Carabinieri in servizio alla compagnia di Foligno, Andrea Angelucci, di 36 anni, residente a Spello, è morto stanotte all’ospedale di Foligno dopo essere stato investito ad un posto di blocco alcune ore prima da un’auto che non si era fermata. Nella zona di Colfiorito, dove è avvenuto il fatto e nelle aree limitrofe sono in corso battute delle forze di polizia anche con l’ausilio di elicotteri alla ricerca dell’investitore.

Secondo una prima ricostruzione nel primo pomeriggio di giovedì nella zona di Foligno una pattuglia di carabinieri nell’ambito di un normale servizio di controllo aveva intimato l’alt ad una grossa auto di colore scuro che si era fermata. Era però improvvisamente ripartita sfiorando i due carabinieri che si erano prontamente spostati evitando di essere investiti. L’auto è poi risultata rubata. Sono state subito attivate le ricerche con posti di blocco e nella serata di giovedì intorno alle 21.30 l’auto ricercata è stata individuata in una strada di campagna della zona montana di Colfiorito al confine tra Umbria e Marche.

Anche in questo caso la vettura non si è fermata all’alt ed ha travolto il maresciallo riuscendo a fuggire. Il sottufficiale è stato trasportato all’ospedale di Foligno in gravi condizioni e sottoposto ad intervento chirurgico ma è morto intorno alle 4 di stamani. Per tutta la notte sono proseguite le battute delle forze di polizia, che, come detto, al momento hanno avuto esito negativo. Sembra che nell’auto investitrice ci fosse una sola persona.

3 commenti su “Ah, questi titoli male impostati…

  1. Francesco
    2 ottobre 2009

    Il problema dei titoli impostati male, spesso fuorvianti e non sempre in linea con i veri o comunque diversi nella sostanza contenuti degli articoli, oppure altrettanto spesso non rispettosi delle regole grammaticali e/o linguistiche… è purtroppo sempre più dilagante…

    • paoblog
      2 ottobre 2009

      Un segno dei tempi. Vien da pensare che si facciano titoli male impostati perchè in realtà non c’è nessuno che li verifichi o, peggio ancora, che sia in grado di cogliere la differenza…

      E’ come nei refusi dei libri. Tempo addietro in un libro ho trovato così tanti errori di stompa, opps, di stampa, 😀 che ho deciso di scrivere una mail alla casa editrice, segnalandoli uno ad uno. Ero convinta che sarebbe finita lì invece mi hanno scritto per ringraziarmi della collaborazione e quale ringraziamento mi hanno successivamente inviato un libro di prossima uscita dellos tesso autore.

      Mi è capitato di segnalare altri errori ad altre case editrici senza mai ricevere un cenno di risposta. (Beninteso, quando intendo un cenno voglio proprio dire un “grazie abbiamo preso nota”, non un libro gratis…)

      • Francesco
        2 ottobre 2009

        Mitico…! Non ricordo più in che romanzo… Ma ricordo vagamente una libro in cui il protagonista faceva proprio così: correggeva i libri stampati con tutti i segni dei correttori di bozze e li rispediva alle case editrici, un po’ per protesta un po’ per provocazione…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: