Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Riciclare i rifiuti: ognuno di noi può fare la differenza

Il titolo contiene una verità che purtroppo viaggia in due sensi contrapposti. Possiamo fare la diufferenza, sia nel bene che nel male. Ho già sollevato a suo tempo il problema dei Tetrapak, che in alcuni comuni si possono gettare nei contenitori della carta ed in altri sono destinati al sacco nero.

Degno di nota, come spiego in questi post ( https://paoblog.wordpress.com/2009/11/06/raccolta-differenziata-gli-errori-che-facciamo/https://paoblog.wordpress.com/2010/03/01/dove-lo-butto-guida-al-riciclo-per-i-milanesi/) il fatto che persino a Milano il Tetrapak sia riciclabile, mentre a Corbetta lo fosse solo in passato ed ora finisce nel sacco nero e tanti saluti al riciclo.

I singoli, i nostri comportamenti. Ho raccontato tempo fa la vicenda di una donna che riunisce la spazzatura nel baule della macchina per andare a gettarla nel comune dove lavora, per evitare il fastidio di fare la differenziata nel suo comune. (Vedi > https://paoblog.wordpress.com/2010/07/16/raccolta-differenziata-sacchetti/)

Questa mattina prima di uscire di casa ho preso la borsa (di carta) nella quale raccogliamo i Tetrapak in quanto non sopportiamo l’idea di buttare nel sacco nero dei rifiuti che possono essere riciclati. Li ho portati a Milano e gettati nel contenitore per la carta che abbiamo in azienda.

E’ faticoso, difficile, fastidioso? No. Dal mio punto di vista è un semplice comportamento civile con il quale cerco di ovviare ad una stortura del sistema.

Ognuno di noi, nel suo piccolo può fare la Differenza.

 

 

 

Un commento su “Riciclare i rifiuti: ognuno di noi può fare la differenza

  1. Pingback: Carta al top con la più alta percentuale di riciclo, fanalino di coda la plastica « Paoblog

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: