Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Egitto, come recedere dai viaggi

Articolo aggiornato dopo la pubblicazione

Leggo su Il portale dei consumatori

Confconsumatori spiega come, “vista la situazione venutasi a creare a seguito della protesta contro il regime di Moubarak che sta interessando l’intero paese, e vista la nota diramata dal Ministero degli Esteri italiano, secondo la quale risultano vivamente sconsigliati i viaggi che non siano strettamente necessari in tutto il territorio egiziano – comprese le note località turistiche del Mar Rosso –  è necessario rivolgersi all’agenzia presso la quale il pacchetto turistico è stato acquistato e al Tour Operator, a mezzo raccomandata a/r, se possibile anticipata a mezzo fax, manifestando la decisione di non voler prender parte al viaggio già acquistato, specificando le ragioni della rinuncia e chiedendo contestualmente la restituzione dell’intero importo pagato”.

Il Tour Operator organizzatore del viaggio – conclude l’associazione – potrà offrire soluzioni alternative, di qualità equivalenti o superiori, senza supplemento di prezzo, rispetto a quelle già acquistate, o di qualità inferiore, previa restituzione della differenza di prezzo”.

Aggiornamento

Attenzione a non farsi fregare: non pagate penali e non accontentatevi di buoni viaggio di valore irrisorio. Ricordate, inoltre, che nessuno vi può imporre una meta alternativa, se la vostra volontà è quella di ottenere il rimborso del prezzo!

Se doveste riscontrare rifiuti o altri illegittimi comportamenti da parte di agenzie di viaggi o tour operator, potete contattare la Casa del Consumatore, anche chiamando il numero 848 787838.

4 commenti su “Egitto, come recedere dai viaggi

  1. paoblog
    3 febbraio 2011

    Bè se il tuo T.O. non vuol riconoscere i tuoi diritti, fai Nome & Cognome se vuoi…

  2. andrea
    3 febbraio 2011

    già fatto, comunque mi sembra corretto di segnalare alle persone gli Tour Operator che non rispettano la legge.

  3. paoblog
    3 febbraio 2011

    Se il tour operator si dimostra recalcitrante ad applicare la legge, per far valere i tuoi diritti scrivi una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, indicando chiaramente il riferimento all’articolo del codice del Consumo.

    Nella categoria Cittadinanza attiva & Consumatori ci sono i link a diverse associazioni. In ogni caso se trovo informazioni utili a far valere i nostri diritti, la pubblicherò.

    Per tenere monitorata la situazione, che è in continua evoluzione, potete rivolgervi direttamente al ministero degli Esteri che ha una telefonica linea dedicata attiva 24 ore su 24 (06491115), o consultare il sito http://www.viaggiaresicuri.it

  4. andrea
    3 febbraio 2011

    Purtroppo la maggior parte dei T.O ha negato questi diritti alle persone che hanno acquistato il viaggio per l’Egitto in questo periodo. Compresi noi! Ovviamente già spedita la raccomandata con la richiesta del rimborso. Mi stupisce il fatto che T.O possono fare come vogliono, violando la legge e nessuno non li controlla!

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: