Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Non inviatemi raccomandate a mezzo Traco!

Rientrando dalle ferie trovo in ufficio un Avviso della Traco per una raccomandata inviataci il 21 agosto; sorvolo, ma neanche troppo, sul fatto che ti inviino una raccomandata in un periodo nel quale la maggior parte delle aziende sono chiuse per ferie.

Resta il fatto che una raccomandata inviata mediante Poste Italiane resta in giacenza presso l’ufficio postale in zona.

Se la raccomandata te la inviano a mezzo Traco, sei fritto, perchè il ritiro deve essere effettuato presso il TNT Post indicato sull’Avviso e le cose non stanno come te le racconta la Traco che sul sito scrive che:

TNT Post vanta numerosi uffici sparsi lungo l’intero territorio nazionale per il ritiro delle raccomandate. Per aumentare la capillarità, oggi è possibile ritirare la propria raccomandata TntPost anche presso i negozi Buffetti.

Se vuoi scoprire il punto di ritiro più vicino a te, vai nella sezione DOVE SIAMO, disponibile in Homepage. Inserisci, quindi, la tua città e il CAP: vedrai comparire sulla mappa i punti in cui puoi ritirare la tua raccomandata.

Dunque, siamo a Milano, una città con una certa estensione, per cui ti aspetti che vi siano veramente numerosi uffici ovvero che il Tnt Post di tua pertinenza sia nelle vicinanze ed invece ecco che facendo la ricerca sul Dove siamo scopro che in tutta Milano ci sono 4 punti di ritiro.

Ed infatti mi devo recare al TntPost di Via Fantoli, una traversa di via Mecenate ovvero a soli 8,5 km. pari a circa 30 minuti in auto.

Insomma la capillarità dei Tnt Post mi costringe a percorrere 17 km e perdere 1 ora di tempo, ricordando tra l’altro che in questi giorni di fine agosto il traffico è gestibile. Tra 15 giorni non sono certo che bastino 60 minuti…

Come ciliegina sulla torta, ecco che i parcheggi sono a pagamento, con una tariffa di € 1,50/ora (o frazione) e per ritirare una raccomandata bastano 5 minuti; tra l’altro vi sono una decina di posti auto riservati al civico 6/3, ma erano tutti occupati.

Altri utenti non c’erano, per cui va da sè che erano occupati dai dipendenti; prevedere un paio di posti, sosta max di 15 minuti, per chi deve solo ritirare una busta, non era fattibile?

Pensiamo poi ad una persona anziana oppure ad una persona che semplicemente debba usare i mezzi pubblici, che sia per scelta o per obbligo (vedi blocchi Euro 0-1-2-3 invernali).

Auguri.

Ho fatto il test sul sito dell’Atm per scoprire che sono necessari 85 minuti (solo andata), l’utilizzo di 3 mezzi pubblici (53 + 93 + 27) da abbinare ad un totale di 950 metri a piedi per raggiungere le varie fermate.

Riassumendo: quasi 3 ore e 2 km. a piedi per ritirare una raccomandata che magari non è neanche cosa realmente urgente e, forse, potresti organizzare il ritiro differito nel tempo.

Nel mio caso, ad esempio, era una raccomandata inutile, un documento senza carattere di urgenza, che poteva essere spedito per posta elettronica, magari con la PEC (che tutte le aziende devono avere) se vuoi avere una certa ufficialità.

P.S. 1 – Se ti rechi in via Fantoli non percorrere la via cercando il numero civico (trattandosi di una via interna non lo becchi più), ma compatibilmente con la sicurezza stradale tieni lo sguardo alto ovvero cerca l’insegna arancione TNT Post sulla palazzina. 😉

P.S. 2 – Se ritiri per conto terzi, ricorda di far compilare la delega posta sul retro e diavere le copie dei documenti di identità (delegamte e delegato) e se invece fai parte di un’azienda devi avere con te il timbro e/o un biglietto da visita.

 

5 commenti su “Non inviatemi raccomandate a mezzo Traco!

  1. Lollo
    4 settembre 2012

    Tornando dalle ferie mi sono trovato due annunci di giacenza raccomandata: uno delle poste e uno della Traco.

    Mi sono organizzato per andare prima alla Traco, che ovviamente era più lontana, dove ho trovato una raccomandata con un assegno di un’assicurazione che aspettavo. Vado poi in posta e trovo -giuro- una raccomandata della stessa assicurazione che mi avvertiva che mi aveva inviato l’assegno a mezzo Traco!

    Ok, questo non è colpa della Traco, ma è un’altra dimostrazione che a volte l’uso del cervello sembra una pratica caduta in disuso…

    • paoblog
      4 settembre 2012

      😀

      Vedi le attività dell’U.C.C.S. (Ufficio Complicazione Cose Semplici)

  2. Pingback: I Telepass che possono scoppiare, i motociclisti e le raccomandate « Paoblog

  3. Poppea
    29 agosto 2012

    Il problema che anche alcune bollette arrivano con Tnt, alla vicina di casa di mia madre, gliele hanno gettate in terra nel cortile, inoltre la posta non le arrivava, è andata alla posta e alcune cose erano lì in giacenza e hanno consigliato di mettere fuori le cassette.

    Alle poste hanno detto di andare a reclamare contro questa tnt ogni volta che accadono queste cose

  4. Fulvio D.
    28 agosto 2012

    Si reputi fortunato, caro M….

    Io (che abito in Via Vitruvio, di fianco alla stazione centrale) son
    dovuto andare a Peschiera Borromeo per ritirare quanto era in
    giacenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 agosto 2012 da in Consumatori & Utenti, Il mondo del lavoro, Pensieri, parole, idee ed opinioni con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: