Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Se abbinano il tuo nome alla targa sbagliata, sono fatti tuoi (al solito)

Ieri a Mi Manda Rai 3 si è parlato di multe; di quelle causate da un T-Red in una località piemontese, dove la storia è uguale a tante altre già sentite, ma si è anche sentita una storia paradossale, causata presumibilmente da un errore del concessionario prima, ed aggravata poi dalla macchina della burocrazia che ovviamente complica la vita ad un incolpevole cittadino.

La vicenda è complicata per cui chi volesse approfondire può cliccare QUI per vedere la puntata, tuttavia cerco di riassumere in poche battute.

Nel 1995 un signore acquista un motorino e gli viene assegnato il “targhino” 4XADA. Nel 2003 riceve una multa di 66 € riferita ad uno scooter Honda, targato 4XAAG e dopo pochi mesi ne riceve un’altra, sui 78 €.

Screenshot 2014-02-20 07.45.54(Mi faceva notare Maurizio Caprino che le targhe della foto sono relative a motocicli; è opinione comune che abbiano “ricreato” l’immagine delle targhe per poterne parlare in studio, partendo dalla sagoma della targa delle moto, senza poi porsi il problema della difformità dai targhini.)

Dopo aver ricevuto la prima multa il cittadino, su consiglio dei CC, si è recato in Prefettura dove ha rilasciato una dichiarazione con la quale affermava di non essere il proprietario della moto in questione.

Dopo la seconda multa è ritornato in Prefettura, dove l’impiegato gli ha detto di andare alla Motorizzazione a fare una verifica; qui gli hanno detto che a lui risultavano intestate entrambe le targhe.

Dapprima alla Motorizzazione hanno detto che nel giro di alcuni giorni avrebbero fatto le verifiche del caso, ma successivamente gli  hanno detto che a seguito di un furto era sparita la pratica in questione, ma poi quando il cittadino si è recato nuovamente nei loro uffici, la versione cambia e la pratica risulta persa a seguito del trasloco. (Ma non era stata rubata?)

Alla fine, l’impiegato della Motorizzazione gli ha consigliato di andare dai CC a denunciare il furto dello scooter Honda, in modo tale da chiudere la faccenda, cosa che ovviamente il cittadino non ha fatto, sia perchè sarebbe stata una denuncia falsa, sia perchè denunciando il furto, automaticamente avrebbe confermato di essere il proprietario, in netto contrasto con la dichiarazione fatta a suo tempo alla Prefettura.

In realtà il cittadino è andato dai CC a fare una denuncia del fatto in sè e gli stessi CC hanno inoltrato il tutto al Giudice di Pace, ma anche stavolta la burocrazia ci mette lo zampino; scatta infatti il problema delle competenze, per cui il primo Giudice ha respinto il tutto dicendo che non era di sua competenza territoriale e la macchina si è rimessa in moto, ma quando si è arrivati dal Giudice di Pace competente, i termini per la presentazione erano scaduti.

Il succo della questione è che ora il cittadino ha ricevuto una cartella esattoriale da 611 €.

In studio arrivano poi dei dirigenti della Motorizzazione di Viterbo e del Ministero dei Trasporti che, di fatto, dopo aver specificato che probabilmente l’errore è nato da un errore del concessionario (che intanto ha chiuso), hanno detto di non poter far altro che sollecitare i CC ad aggiornarli in merito alle indagini svolte, senza che questo garantisca al cittadino di risolvere positivamente la vicenda.

Clicca QUI per leggere il commento di Maurizio Caprino

3 commenti su “Se abbinano il tuo nome alla targa sbagliata, sono fatti tuoi (al solito)

  1. Pingback: Ricorsi più cari contro le multe, ricordatevi di chiedere il rimborso | Paoblog

  2. Pingback: Motorino-fantasma per un ignaro proprietario, pasticcio senza soluzioni. Monito per l’archivio unico | Paoblog

  3. Poppea
    21 febbraio 2014

    Ad un amico è arrivata una cartella da equitalia di 7000 euro perchè non aveva pagato l’acqua all’acea.

    Dopo la morte del padre ha trasferito a suo nome l’utenza ed ha regolarmente pagato, in effetti la multa è arrivata a nome del padre, deceduto anni fa, dopo varie vicissitudini alla fine esasperato ha detto “ sapete che dovete fare? Andate a farveli dare da lui i soldi”’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: