Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Temo di aver preso una multa per un (minimo) eccesso di velocità, però…

Inizio questo post ricordando un episodio del passato.

Alle 13.30 di un sabato 31 agosto di alcuni anni fa stavamo transitando sulla Statale deserta nelle vicinanze di casa, quando ho notato una pattuglia della Stradale che faceva un controllo della velocità e passandole davanti ho detto a Rok: fosse vero che multano uno di quei deficienti che passano a 100 kmh.

Ed infatti la multa la presi io che passavo ad una velocità di pochi kmh. superiori al limite.

Venerdì scorso stavo transitando in Via Novara (a Milano), una strada a 3 corsie, con spartitraffico centrale ed incroci ed attraversamenti pedonali regolati da semafori; essendo in ambito urbano il limite è di 50 kmh che però non rispetta nessuno.

Avvicinandomi al parcheggio posto sulla destra ho notato un furgone dei vigili ed ho frenato d’istinto, pensando poi (ci sarà l’autovelox?), ma in quel momento stavo andando in EV per cui non avevo l’esatta percezione della velocità ed infatti sono transitato davanti all’apparecchio ad una velocità inferiore ai 60 kmh ma superiore ai 50 kmh, per cui l’unica è sperare nella tolleranza del tachimetro ed in quella dell’autovelox, ma sono convinto che se becco la multa sarà per un passaggio a 54-55 kmh.

Di fatto una presa per il C.. per uno come me, tuttavia leggevo l’altro giorno in un articolo, che il Comune giustifica la presenza degli autovelox con la necessità di limitare gli eccessi di velocità (giusto) citando ad esempio i passaggi di pochi imbecilli a 200 kmh, se non fosse che poi salta fuori che il 70% delle multe sono per violazioni comprese tra 1 e 10 kmh.

Sabato pomeriggio, transitando nello stesso tratto mi sono messo a 50 kmh ed ho detto a Rok che quella era la velocità massima cui si poteva andare ed un attimo dopo lei, guardando nello specchietto laterale, ha visto un furgone dell’Amsa che arrivava a velocità ben superiore ed ha esclamato: quello ci viene addosso!

Ovviamente no, ci ha superati di slancio a circa 80 kmh per poi andare per la sua strada.

Resta il fatto che in caso di traffico scarso procedere a 50 kmh è il modo migliore per rischiare il tamponamento se non una lite, che in genere quelli che arrivano sparati poi ti aspettano al semaforo successivo per urlarti di tutto.

Capiamoci, in determinate fasce orarie, il limite dei 50 kmh è più che giusto ed in ogni caso sopra una certa velocità non è saggio andare, però ritengo che piazzare l’autovelox in punti dove è evidente che è un limite pericoloso da tenere è solo un modo di fare cassa e non prevenzione.

Più tardi siamo transitati sulla Statale nel tratto che sfiora Magenta e dove il limite è di 60 kmh.; io procedevo ad 80 kmh. ed avevo un Rav attaccato al pararurti con il conducente che sbraitava e gesticolava. Appunto.

Nel tratto successivo, dove la velocità scendeva a 50 kmh. mi sono spostato sulla sinistra per svoltare ed il personaggio è passato rombante, dando un colpo di clacson giusto per ribadire il concetto.

Detto per inciso, non aveva le cinture e sul sedile del passeggero era seduta la moglie con una bambina in braccio, così, giusto per completare il tutto.

Resta il fatto che limiti troppo bassi, inadatti al tratto di strada, alzano il livello di (in)sicurezza piuttosto che il contrario.

Annunci

2 commenti su “Temo di aver preso una multa per un (minimo) eccesso di velocità, però…

  1. Lorenzo
    11 settembre 2017

    Condivido ogni singola riga, tra l’altro questa tecnica di piazzare velox mobili e fissi nei tratti coi limiti più sproporzionati incentiva l’odiosa pratica del frenare a -20 km/h davanti al velox e riaccelerare.

    Curioso di vedere cosa si inventeranno certi comuni se e quando (ci vorranno probabilmente decine di anni) sulle strade dominerà la guida completamente autonoma…

    • paoblog
      12 settembre 2017

      Tanto per dire, ieri pomeriggio (circa 17.40) ennesima presenza della postazione mobile, ma questa volta avevo il radar (visivo) acceso ed ho fatto un passaggio a 42 kmh. tanto per stare tranquilli.

      Considerando il traffico dell’ora dubito fortemente che si faccia “prevenzione & sicurezza” costringendo decine di macchine a frenare ed altre ad andare a 40 kmh., che prima o poi da dietro il telefonista arriva e l’incidente pure.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: