Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Tu che stai per abbandonare il tuo cane…

Mattina di partenza, Martin guarda con curiosita’ le valigie pronte ed il nostro andare avanti ed indietro con le ultime cose.

Si ferma davanti alla staccionata in giardino, a guardarmi mentre vado in auto a mettere la sua cuccia sul sedile e poco dopo torno, accarezzandogli la testa, come faccio sempre.

La nostra prima vacanza insieme, il timore che in albergo sia spaesato, che magari ci siano problemi di adattamento. Vedremo…

E mi vengono in mente quei bastardi che staranno facendo le stesse cose che faccio io, magari accarezzano il loro peloso, ma da qui a breve lo abbandoneranno in giro, spezzandogli il cuore e condannandolo a vivere di stenti, se non alla morte.

Ed i loro occhioni ancora ti cercheranno, mentre pensano: PERCHE’?

Bastardi senza cuore, con una moglie e dei figli… “chi si somiglia, si piglia”, sulla moglie non faccio affidamento, ma con quali valori cresceranno questi figli?

Ed amici e parenti, mai che gli chiedano dove sia finito il loro cane, sparito improvvisamente alla vigilia delle vacanze?

Comunque sia, prendere un animale, non e’ un obbligo di legge, ma una scelta.

Scegli di NON prenderlo, se non saprai amarlo come fosse parte di te.

Scrivo queste righe ed il piccolo Martin e’ dietro di me, sul divano, che mi aspetta. Poi va a “bussare” in bagno per chiamare Rok…

Lui c’e’ sempre, per noi. Aiuta Rok, tenendola in movimento, aiuta me, con la sua dolcezza, a dissolvere ansie e preoccupazioni.

Noi non ti lasceremo mai, Martin!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: