Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Quando un monopattino centra un pedone…

La scorsa settimana un’amichevole conoscenza nata su Mastodon sembrava essere sparita, ma una ragione c’era, come ha spiegato lei nel fine settimana:

“È stata una settimana folle quella appena trascorsa, perché mi sono rotta in più punti, compresi 4 denti.

Quindi dopo una vita in cui il guaio peggiore, a livello osseo-articolare, era stata la lussazione della clavicola, posso affermare di aver recuperato alla grande.

Ora sto decisamente meglio, cucita, fasciata, ingessata, “tutorizzata” e sdentata come di solito si è a 5 anni!

Fare un frontale con un monopattino elettrico, se voi siete quelli a piedi carichi di spesa, fa male.”

Va da sè che le ho chiesto alcuni dettagli, spiegandole che avrei voluto scriverne sul Blog, perchè l’inosservanza delle regole e del buonsenso da parte di chi usa il monopattino, fa danni.

Nello specifico le ho chiesto se: Era sul marciapiede? E’ scappato? Sono usciti i vigili? Sei assicurata e/o lo citi per danni?

Mi ha quindi raccontato che:

“Ero sotto ai pilastri di una serie di palazzi disposti a cerchio, su cui si affacciano più negozi, sia sul lato stradale sia all’interno.

I ragazzi avevano creato problemi ai commercianti del cerchio interno (passami la pessima descrizione) e stavano scappando.

Io ignara ero di spalle sulla loro via di fuga, fra loro e il marciapiede e la strada. Nessun rumore, nessun avviso, una botta pazzesca. Pare che il tizio guardasse indietro. Io ho visto uno che mi passava di fianco e boom 💥

I vigili non so se sono arrivati, non ricordo niente. Al Pronto Soccorso ho ricordi confusi, forse un poliziotto. Sono tornata a casa sabato, non so ancora bene, lui è scappato, non so se sarà possibile rintracciarlo. Da lunedì vedremo per la parte burocratica.”

Ora la domanda nasce spontanea: chi le rimborserà i danni, fisici, economici (deve essere assistita a casa) e pratici, visto che perderà settimane (mesi, temo) di lavoro (mi pare che abbia una sua attività).

Il Fondo Nazionale delle Vittime della Strada interverrà su un incidente fra un pedone ed un monipattino? La risposta è NO, perchè si occupano solo di incidenti fra mezzi targati.

Guarda anche questo servizio di Mi Manda Rai 3

Aggiornamento del 29 novembre 2022

Lentamente affiorano ricordi e dettagli e non è un bel leggere, basti pensare che un amico fraterno le ha detto “ti ho riconosciuta dai capelli” e capirete poi il perchè:

“Il tizio in monopattino scappava (non so bene altro), viene descritto come alto e corpulento. Mi è venuto addosso alle spalle e sono caduta rompendomi il polso e pare escoriandomi il viso (forse frattura del naso), lui mi è caduto addosso tra gambe e lombi.

Mi hanno soccorsa e tentato di impedirne la fuga, c’è stata una specie di lotta, non so chi o come, qualcuno ha preso il monopattino, nel contenderselo mi è arrivato sul viso. Io ero seduta a terra. Buio!

Ricordo la caduta, ma ormai non so più bene nemmeno io cosa sia successo, le persone raccontano tutte cose un po’ diverse, ricordo anche il dolore della botta in faccia, qualcuno dice che già sanguinavo dal naso.

Oggi l’ortopedico è stato ottimista su praticamente tutto quello che è strettamente di sua competenza. Ma non è riuscito a nascondere l’orrore alla vista della situazione del viso (anche se il chirurgo è stato bravissimo). Ora sono meno ottimista, ho anche pianto. Giovedì è lontano e ora ho davvero paura di cosa dirà il chirurgo…”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: