Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Delitti DOC per il commissario Brunò

di Martin Walker

Ediz.  Sperling & Kupfer – Pagg. 339  – € 18,90

bruno

 

Trama: L’estate è quasi finita e gli abitanti di St. Denis si preparano alla vendemmia. Tra loro, come sempre, c’è Brunò Courrèges, il bonario nonché unico esponente della polizia locale la cui vita è scandita dai ritmi rilassati dell’incantevole cittadina del Périgord. Ma feste locali e cene a base di foie gras e buon vino sono ben presto destinate a passare in secondo piano.

Una mattina, all’alba, St. Denis si sveglia con l’urlo della sirena in cima alla Maine. In pochi istanti Brunò si ritrova al seguito delle autopompe dei vigili del fuoco su per le colline, fino a un grosso capanno di legno, andato in fumo con tutto il raccolto circostante. L’odore di benzina fa pensare a un incendio doloso.

Ma a chi appartiene quel terreno? Indossati i panni di “commissario” appellativo che si è guadagnato fra i concittadini da quando ha risolto un caso di omicidio – Bruno risale a una società di ricerca parigina che conduce esperimenti su coltivazioni geneticamente modificate.

I sospetti ricadono inizialmente su un gruppo di ecologisti militanti, ma la situazione si complica con l’arrivo in paese di un magnate californiano che intende trasformare le attività vinicole artigianali della regione in una produzione industriale. È subito evidente che qualcuno è determinato a mandare a monte il progetto americano con qualsiasi mezzo. Compreso l’omicidio, visto che di lì a poco sono ben due i membri della comunità che perdono la vita in circostanze misteriose.

Letto da: Paolo

Opinione: Un bel libro, piacevole, con un commissario che conosce la qualità della vita e la antepone alla carriera, conosce l’amore, l’amicizia, il rispetto dei luoghi, del territorio, delle tradizioni. Una storia poliziesca con risvolti tragici, eventi drammatici che scuotono la cittadina, ma la freschezza dei personaggi, la loro simpatia, contrasta il tutto. Ancor prima di finire questo libro, l’altro giorno ho acquistato il primo romanzo con questo personaggio.

Nota per Francesco: Una bella copertina, sia a livello grafico che tattile, se mi passi il termine. Rende appieno l’atmosfera leggermente retrò della proncia francese, del piacere di vivere che solo in certe località puoi ancora trovare, della rilassatezza dei luoghi.

Annunci

2 commenti su “Un libro: Delitti DOC per il commissario Brunò

  1. Pingback: L’allieva « Paoblog

  2. Pingback: Brunò, il commissario francese « Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 febbraio 2011 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: