Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Parliamo di cose semplici: il casello Telepass

pedaggio_casello_segnaletica

Parliamo di automobilisti, di comportamenti e di cose semplici. Sempre più spesso leggo di automobilisti che alzano gli scudi, inneggiando alla libertà personale, al libero arbitrio, quando si chiede semplicemente il rispetto di regole, norme  e comportamenti che servono a gestire al meglio il traffico, la viabilità, pensando anche alla sicurezza stradale e di conseguenza alla tutela di ognuno di noi.

Dal mio punto di vista invocherei la libertà pensando ad altre vicende, ove vi sono reali limitazioni personali, anche perchè non sento il peso insopportabile che subiscono molti nel rispettare i limiti di velocità (sono esclusi quelli artificiosi, imposti per fare cassa e non per tutelare i cittadini).

Ma oggi vorrei parlare di cose semplici ovvero dei caselli Telepass.

Ho chiesto lumi anche alla Società, ma ho ricevuto la classica risposta “Gentile utente, la Società la ringrazia, blablabla, e lavora da sempre per il miglioramento…blablabla”.

Vabbè, lasciamo perdere.

Quindi ecco i miei quesiti:

1) Considerando che, a prescindere dal buon funzionamento o meno della scatoletta, una telecamera mi fotografa in ingresso ed in uscita dal casello, la sbarra a che serve?

Se per un motivo qualsiasi non scatta il pagamento, in ogni caso mi identificate, per cui, togliete la sbarra ed evitiamo qualche problema.

2) Partendo dal presupposto che il Telepass serve a far scorrere velocemente le auto al casello, che tutte le uscite dispongono di almeno 2-3 porte, non riesco veramente a capire la logica nel fare caselli con l’indicazione “Telepass e Biglietto“.

Non credo ci voglia un Quoziente Intellettivo da premio Nobel, per capire che le due cose sono discordanti e causano ritardi e rischi.

L’automobilista con il Telepass, per l’uso del quale paga un piccolo canone, è soggetto a restare fermo in attesa che gli altri automobilisti prendano il biglietto e, partendo dal presupposto che è abituato a transitare senza fermarsi, può anche non aspettarsi che l’auto davanti a lui si fermi per il biglietto.

Il Telepass deve essere una corsia a sè, privilegiata, perchè questa è la sua funzione.

Privilegio che peraltro paghiamo.

4 commenti su “Parliamo di cose semplici: il casello Telepass

  1. paoblog
    5 settembre 2014

    Ho scritto nuovamente a Telepass, chiedendo lumi e citando la caduta di Tambus (vedi: https://paoblog.net/2011/06/09/telepass) e questa è stata la loro risposta che, in ogni caso, non mi convince.

    Ciao, la sbarra serve per “cadenzare” i veicoli e consentire ai sistemi di controllo la più puntuale rilevazione dei transiti.

    La quasi totalità dei nostri caselli ha piste Telepass dedicate in entrata; in poche stazioni, per limiti di spazi e per l’incidenza dei clienti che prendono ancora il biglietto, sono presenti piste Telepass/biglietto.

    Siamo dispiaciuti per quanto accaduto, ma il problema non è la sbarra, quanto piuttosto il mancato rispetto dei limiti di velocità da parte degli automobilisti.

  2. Pingback: Al casello non devi fare retromarcia. Ma se la sbarra non si alza… « Paoblog

  3. Pingback: Le vacanze 2011 sulle strade ovvero… « Paoblog

  4. Pingback: La sbarra del Telepass « Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: