Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Seggiolini: i modelli migliori sono introvabili in Italia

un articolo di Maurizio Caprino

I seggiolini per bimbi migliorano sempre più. Certo, l’optimum di fatto non esiste e il 60% dei genitori non si pone il problema di allacciare i propri figli, ma la protezione offerta dai prodotti sul mercato è tale che ben l’83% dei dispositivi provati nell’ultima tornata di test degli Automobile club europei (Scarica Aci test 2011) è stato “promosso”.

C’è chi è stato brillante, chi solo sufficiente, ma in generale è andata bene. E non c’è nemmeno troppo da preoccuparsi per eventuali materiali dannosi di cui è fatto il seggiolino: quest’anno i tester sono stati attenti anche a questo e ne hanno trovato livelli eccessivi solo in sette modelli su 30.

Tutto bene, allora? In Italia, no.

Perché, se cliccate sull’allegato da scaricare qui sopra e osservate la lista dei modelli provati, avrete una sensazione strana: alcune marche non le avrete mai sentite nominare. Come mai?

Il test è europeo e per forza di cose nella scelta dei modelli si fa riferimento soprattutto a ciò che si vende nei principali Paesi, che in materia di seggiolini sono Germania e dintorni.

L’Italia è una piccola provincia, perché noi dei seggiolini ce ne freghiamo.

Quindi ne compriamo pochi e anche i migliori marchi europei non trovano conveniente impegnarsi in forze. Ben ci sta.

Articoli correlati

Come montare il seggiolino

Perchè usare il seggiolino per bambini?

Test sui seggiolini

Le navicelle servono a poco

(se vuoi ulteriori informazioni, digita seggiolino bambini nella casella di ricerca)

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 giugno 2011 da in Consumatori & Utenti, Il mondo dell'automobile (e non solo), Sicurezza stradale con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: