Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La mia banca è differente? Si, in effetti lo è…

In questi giorni passa spesso in radio uno spot della banca dove ho il conto ovvero la BCC.

L’impostazione dello spot è variata,ma lo slogan è il solito ovvero: La mia banca è differente.

Come scrivevo tempo fa in un post sui furbetti, lo scorso anno ho cambiato banca, passando da Unicredit alla Bcc; per mesi ho visto in tv lo spot di quest’ultima, che si basava sullo slogan La mia banca è differente, e ci ho sempre scherzato su visto che le banche in genere sono tutte uguali (e non è un complimento) 😉

Comunque sia non ricordavo affatto che lo spot fosse della Bcc e me ne sono ricordato tempo fa, quando ho visto un poster in agenzia. Parlando con il direttore, gli raccontavo che dopo un anno in Bcc mi sono reso conto che lo slogan è veritiero, in quanto ogni volta che entro in banca, pur senza avere un saldo milionario, mi sento trattato come una persona e non come un numero di conto corrente.

Anche i miei genitori hanno portato il loro conto alla Bcc e nei giorni scorsi hanno ricevuto una lettera con l’invito a ritirare l’omaggio natalizio per pensionati. Mi sono quindi recato con la lettera convinto di ritirare un’agenda o qualcosa di simile ed invece mi hanno consegnato un paio di calendari, una scatola di Baci di dama e 2 scatole con (ognuna) un panettone da 750 gr. ed una bottiglia di moscato.

Ora per qualcuno può essere poca cosa, ma francamente in un mondo dove le banche ti spremono come un limone, ritengo questo dono natalizio un qualcosa fuori dal comune. In tanti anni di rapporti con le banche, sia a titolo personale sia aziendale, non ho mai avuto a che fare con simili comportamenti. Ed in ogni caso mi aspettavo un pacco e non due, uno per ogni titolare del conto.

La molla per scrivere queste mie riflessioni è stato il post uscito un paio di giorni fa dove l’amica Poppea racconta della sopravvivenza di sua mamma con una pensione di 560 € al mese; ecco mi sono fermato a pensare ad una coppia di pensionati che con un paio di panettoni riuscirà a fare una colazione decente per una settimana.

Resto dell’idea che si, è vero, la mia banca è differente… 🙂

°°°

Cerco sempredi essere obiettivo,per cui c’è da dire che la recente vicenda della BCC di Roma sembra dimostrare che il grado di correttezza (o di presunta furbizia) varia a seconda della latitudine….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: