Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La velocità decisionale di certe aziende è…

Articolo aggiornato dopo la pubblicazione

Oggi ho ricevuto un ordine da una consociata della famosa azienda leader del mercato di cui ho parlato più volte, famosa per il fatto che l’etica nella conduzione degli affari è uno dei pilastri sui quali fondare l’azione quotidiana…

…se non fosse che tutta questa Etica si finalizza in un ritardo nei pagamenti cronico e tanti saluti al rispetto dei termini concordati.

Come qualcuno ricorderà siamo poi arrivati all’assurdo ovvero a quello che ho raccontato nel post piuttosto che pagare a 60 giorni, ti pago prima. 😀

Ora, preso atto che è stato concordato questa forma di pagamento con la sede e che l’ordine inviato oggi fa riferimento alla mia offerta, è buffo il fatto che si siano dimenticati di leggere proprio la riga relativa al pagamento ed abbiano indicato nuovamente i teorici 60 giorni a rimessa diretta.

Va da sè che l’ordine così com’è è stato respinto, per cui o pagano prima o che vadano da un’altra parte, che 182 € anche in momenti come questi non fanno la differenza, se non fosse che non è possibile farsi calpestare sistematicamente, tanto più per una piccola cifra dalla quale, tolto il costo del materiale, le tasse, ecc, non resta attaccato quasi niente…

Tuttavia il post è stato ispirato da una cosa ben precisa e che dal mio punto di vista è oltremodo ridicola, anche se denota che questa azienda deve essere in possesso di una macchina del tempo, che peraltro funziona a singhiozzo…

La mia offerta è del 27 aprile 2012

Il loro ordine è datato 26 aprile 2012

E’ stato inviato oggi: 15 maggio 2012

La data di consegna indicata è per il 10 maggio 2012

Insomma, non c’è una sola data che sia coerente….

D’altro canto sul significato della parola Urgente ho già scritto … 😉

°°°

Aggiornamento: Successivamente mi hanno contattato direttamente dalla sede distaccata, affermando dapprimache non erano a conoscenza di queste problematiche, salvo ammettere che effettivamente talvolta non erano puntuali nei pagamenti, ecc., ecc… arrivando poi a farmi notare che pagare ad avviso merce pronta li metteva in difficoltà; se invece sei tu che aspetti i soldi una trentina di giorni in più, oltre ai sessanta pattuiti…va bene così…

Ovviamente sono rimasto sulle mie posizioni, perdendo pure le staffe ad un certo punto, che di essere Cornuto & Mazziato ne ho piene le…scatole, dicendogli a muso duro che se vogliono il materiale, devono pagare prima della spedizione, punto e basta. Facciano loro, il fegato non me lo consumo arrabbiandomi con questi personaggi…

Ed intanto, dopo 5 mesi, mi trovo sempre in attesa di un pagamento di 18 € + Iva da parte di un cliente al quale, di fatto, avevo fatto una cortesia… 😉 … che gente c’è in giro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 maggio 2012 da in Il mondo del lavoro, Pensieri, parole, idee ed opinioni con tag , , , .
<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: