Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Il caso Maloney. La prima indagine dell’ispettore Joe Faraday

di Hurley Graham

Time Crime – Pagg. 363 – € 7,70 > lo vendo ad € 3,00  + spese spedizione

Trama: Stewart Maloney è scomparso nel nulla: l’ispettore Joe Faraday, dopo le prime indagine, si convince che sia stato assassinato.

Ma ci si può basare su una semplice intuizione in un luogo come Portsmouth, una delle città più povere e violente d’Inghilterra, dove le uniche leggi sono il traffico di droga e il crimine, e la sola regola è l’omertà?

Sprecare energie dietro un presunto caso di omicidio è una perdita di tempo che il dipartimento non vuole concedere a Joe, per il quale ritrovare Stewart Maloney  è ormai un suo chiodo fisso.

Letto da: Paolo

Opinione personale: Le letture degli autori inglesi prosegue a fasi alterne; si passa dal gradimento a Terra di confine al deludente Un colpo perfetto sino ad arrivare a L’impostore, tuttavia se questa è la prima indagine dell’ispettore Faraday, aspetterò con piacere la seconda.

Un buon libro, una storia credibile, ma soprattutto un bel personaggio, sicuramente diverso da comeviene descritto nelle presentazioni dellibro che ho letto sui siti specializzati.

L’ispettore infatti non è ossessionato dai demoni del passato, ma semplicemente ha un passato, doloroso, che gli ha lasciato però la gioia di vivere una vita tranquilla, e che viene destabilizzata dall’allontanamento improvviso del figlio; ed allora inizia un percorso personale, parallelo alla storia poliziesca, per chiarirsi con se stesso, primadi cercare una soluzione al suo nuovo stato d’animo.

E forse, attraverso la passione per gli uccelli, la fotografia, le camminate solitarie, e forse un nuovo amore, ecco che lentamente ritrova se stesso ed il figlio. E risolve un caso che si basa su squallore, bugie, omissioni. E lo fa con testardaggine, mettendo a rischio la sua carriera, perchè per alcuni non c’era nessun caso da risolvere, anzi, forse se lo era inventato.

L’incipit: Finalmente addormentato, Farady sognò una fregata. Da una punta dell’ala all’altra misurava due metri pieni. La sua coda era lunga e biforcuta. Di profilo, sulle pagine del suo libro sugli uccelli, somogliava ad un angelo vendicatore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 settembre 2012 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni, Libri usati (poco) in vendita con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: