Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Inaugurato a Trento il MUSE, il Museo “Zero Gravity” di Renzo Piano

Il MUSE è il Museo del futuro, dove la multimedialità, l’interattività e la tecnologia, sono gli strumenti utilizzati per coinvolgere direttamente il visitatore in un percorso di conoscenza che fa della struttura architettonica stessa un mezzo di apprendimento.

Frutto di 10 anni di lavoro in collaborazione con l’amministrazione della città di Trento, il MUSE si inserisce nel cuore del nuovo eco-quartiere “Le Albere”, progettato sempre da Renzo Piano e sorto dalle ceneri dell’ex-area industriale Michelin.

 

©-RPBW-MUSE-8

 

“Un museo di scienze deve per definizione celebrare la complessità e la fragilità della Terra” afferma l’archistar Piano, sottolineando come l’architettura del MUSE sia stata progettata allo scopo di raggiungere la giusta ecosostenibilità con il luogo e l’efficienza energetica degna degli standard LEED Gold.

Celebrare la natura senza interferire con il paesaggio circostante e limitando gli sprechi, è la filosofia che ha guidato il progetto per il MUSE, alimentato dall’energia pulita prodotta dai pannelli fotovoltaici e dall’impianto geotermico che scende fino a 100 metri di profondità.

©-RPBW-MUSE-5

 

Il Museo celebra le biodiversità del nostro Pianeta, attraverso il percorso simbolico che collega i cinque piani della struttura, dall’alto dell’ultimo piano, occupato dai ghiacciai perenni, fino alle profondità marine ai piani interrati, dove trova posto lo scheletro fluttuante di una balena.

E’ il “Grande Vuoto” centrale a congiungere visibilmente i cinque piani del MUSE; qui trova posto l’allestimento “invisibile”, una delle caratteristiche uniche del museo su cui si basa l’idea di “Zero Gravity”: tutti gli oggetti, i tavoli, i ripiani, i monitor, le sagome degli animali, i mobili ed i reperti sono sospesi tramite cavi sottili di acciaio.

©-Nationalgeographic-Italia-MUSE-2

 

Uno degli elementi più scenografici del MUSE di Renzo Piano è sicuramente la serra, un involucro in vetro che guarda direttamente sullo storico Palazzo delle Albere. Questo spazio dal complesso microclima è un vero e proprio angolo di foresta pluviale, in grado di far crescere e preservare una molteplicità di piante e di vegetazione.

©-RPBW-MUSE-12

Fonte: Rinnovabili.it

2 commenti su “Inaugurato a Trento il MUSE, il Museo “Zero Gravity” di Renzo Piano

  1. Poppea
    29 luglio 2013

    impressionante, nel senso buono del termine…

  2. Pingback: il Museo del futuro ha aperto a Trento | iesterdei

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: