Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Scritto nelle ossa

di Simon Beckett

Bompiani – Pagg. 427 – € 10,90 > lo vendo ad € 5,00  + spese spedizione

beckett

Trama: L’antropologo forense David Hunter arriva nella minuscola isola di Runa per valutare se i resti inceneriti di un cadavere siano frutto di un casuale incendio, un fenomeno paranormale di autocombustione o l’esito di un orrendo delitto.

Grazie alla competenza scientifica di cui dispone, Hunter non ha dubbi: si tratta di un omicidio, e col fuoco se ne volevano solo mascherare le tracce. È solo il primo di una serie di efferati omicidi..

Letto da: Paolo

Opinione personale: Dello stesso autore ho già letto La chimica della morte, sempre con il medesimo personaggio di Dadid Hunter. Per essigenze vacanziere, avevo la necessità di leggere questo libro in quattro giorni, ma l’ho finito in tre, questo per dire che mi ha preso decisamente; mai noioso, con qualche picco di tensione da un certo punto in poi, che prelude ad un crescendo che incolla il lettore alle pagine.

Il finale è esplosivo, violento, sorprende, ma devo ammettere di aver preso più volte in considerazione una certa persona come il colpevole, sicuramente papabile per quel che riguarda il movente, meno nelle opportunità.

Comunque sia il libro regge bene fino all’epilogo ovvero quelle ultime pagine che in genere servono a collocare al meglio pochi tasselli mancanti e, magari, a dare qualche conferma circa il proseguo della vita dei personaggi.

Ma non in questo caso.

Ed ecco che la lettura dell’epilogo rovina il piacere della lettura appena terminata, aggiungendo il classico colpo di scena inverosimile, che stona completamente e che lascia il lettore con il cerino in mano ovvero con un finale aperto che, per quel che mi riguarda, detesto con tutto il cuore.

Il suggerimento di non leggere l’epilogo invade sicuramente la sfera di pertinenza dell’autore, tuttavia lo dò ugualmente. Questo finale mi ha fatto tornare alle mente un libro di Biondillo con protagonista l’ispettore Bagni; ed anche in quel caso l’amaro in bocca ha superato di gran lunga il piacere della lettura. Vabbè…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 agosto 2013 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: