Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Le parole sono importanti, usiamole a ragion veduta…

Se l’amica “Lory la Ricciola” mi ha soprannominato “Pigno”, una ragione ci sarà, tuttavia resto dell’idea che le parole sono importanti ed importante è usare le parole giuste.

Nei giorni scorsi un cliente ha fatto un ordine e la condizione di pagamento riportata sull’ordine era “Bonifico ad avviso merce pronta” ragion per cui ieri ho inviato una mail con la richiesta del bonifico ed ho ricevuto questa risposta: “Mandate almeno fattura proforma.”

“Almeno”?

Un “almeno” è quanto meno fuori luogo perchè sembra presupporre una mancanza da parte mia. Se voleva la fattura proforma per procedere al pagamento anticipato sarebbe stato sufficiente scrivere: “mi mandi la fattura proforma… “

Ho quindi inviato questa precisazione della quale, ve lo dico subito, non ha capito il senso, (ma non avevo dubbi):

“mando anche la fattura, non c’è problema, ma sull’ordine è scritto “bonifico ad avviso merce pronta” non “a ricevimento fattura”, che sia proforma o meno …”

Come ben sappiamo numerose ricerche hanno dimostrato che molti (troppi) italiani non comprendono l’italiano e so per certo che purtroppo è vero, ma è anche vero che non sanno scrivere.

Leggo in questo articolo che parla di quel 71 per cento della popolazione italiana che si trova al di sotto del livello minimo di comprensione nella lettura di un testo di media difficoltà:

Non bisognerebbe mai dimenticare che la conoscenza della lingua madre è il fondamento per lo studio delle altre discipline scolastiche e delle altre lingue, così come è alla base della capacità di orientarsi nella società e di farsi valere nel mondo del lavoro.

Sembrano constatazione banali, ma non lo sono affatto in un contesto in cui l’insegnamento dell’italiano nelle scuole soccombe all’anglofilia diffusa e la lettura, sul piano sociale, è nettamente sacrificata rispetto all’approccio visivo, comportando vere mutazioni psichico-cognitive. Se ciò risulta vero, non è eccessivo affermare che l’emergenza culturale, nel nostro Paese, dovrebbe preoccupare almeno quanto quella economica.

E notare il riferimento all’italiano che soccombe all’anglofilia diffusa  😉

Un commento su “Le parole sono importanti, usiamole a ragion veduta…

  1. Pingback: Vodafone promette regali che poi non ti dà | Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: