Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Ecuador: sì alla deforestazione, no alla cooperazione ambientale

Deforestazione-a-rischio-la-produzione-mondiale-di-ciboL’Ecuador ha bloccato un accordo di cooperazione ambientale con la Germania del valore di circa 43 milioni di euro dopo che una delegazione tedesca ha cercato di visitare un’area di amazzonia data in pasto di recente alla deforestazione per le trivellazioni petrolifere.

«Se pensano di avere il diritto di dubitare della parola del governo dell’Ecuador sulla questione della Yasuni solo perché stanno elargendo fondi, daremo loro i soldi indietro con gli interessi», ha detto imbronciato il ministro degli Esteri, Ricardo Patino.

 Ma i tedeschi avevano ogni ragione per voler sbirciare da vicino quel che accade nelle foreste del Paese sudamericano.

Il tentativo è stato fatto all’inizio del mese, con una delegazione intenzionata a visitare la zona di Yasuni per osservare le operazioni petrolifere, parlare con gli attivisti che si oppongono alla deforestazione e verificare come si stavano utilizzando i fondi tedeschi.

Ma Rafael Correa, presidente ecuadoriano, ha bloccato il loro viaggio.

Tutto nasce da un appello che, proprio Correa, ha lanciato nel 2007, chiedendo ai Paesi ricchi di donare 3,6 miliardi dollari per aiutare a proteggere l’area di foresta pluviale nota come Yasuni.

In cambio, prometteva di non consentire il via libera alle trivellazioni sotto di essa. Se voi pagate il mantenimento della foresta, noi non la raderemo al suolo, in sostanza.

Il presidente però, nel 2013 ha revocato il piano, autorizzando le esplorazioni dopo che i fondi garantiti non avevano raggiunto la quota desiderata.

Continua la lettura QUI > http://www.rinnovabili.it/ambiente/ecuador-deforestazione-cooperazione-333/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: