Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Enzo Ferrari diceva: “Non fare mai del bene se non sei preparato all’ingratitudine”.

pensieri paroleRicevo ogni mese un articolo di Lauro Venturi, tratto da Persone & Conoscenze e quello di questo mese mi ha particolarmente colpito perchè racconta situazioni che ben conosco, sia in ambito lavorativo, sia personale.

Anch’io sono arrivato alla conclusione che “fare del bene non solo non ha senso, ma non conviene” dopo di che continuo a comportarmi come mi sento di fare e speriamo di incrociare in futuro persone migliori …

Ogni riferimento a quella che gli Amici conoscono come la mia vita precedente, non è casuali 😉

Pubblico uno stralcio dell’articolo che puoi leggere integralmente cliccando qui.

Vorrei condividere un episodio paradossale che è capitato ad un piccolo imprenditore.

Qualche anno fa, nel paesino della Romagna dove ha sede la sua azienda, si presentò una famiglia bisognosa di assistenza. Il parroco gli chiese se poteva aiutarli e, poiché il capo famiglia aveva fatto l’elettricista, lo assunse.
In più trovò un amico pronto ad affittargli, a un prezzo ragionevole, un appartamento, impiegando anche la moglie a fare le pulizie a casa della sua anziana madre.

Bè, dopo un po’ di mesi che questa persona lavora da lui, comincia ad accusare mali di schiena sempre più fastidiosi e ad assentarsi per lunghi periodi.

Il nostro imprenditore, afflitto da problemi alle articolazioni, è in contatto con un valido ma un po’ costoso fisiatra e ha la magnifica idea di telefonare a casa del suo dipendente, in malattia, per chiedergli se gli porta va i referti degli esami che aveva fatto e le terapie somministrate.

“Secondo me alla mutua non sono mica tanto bravi, adesso gli faccio dare un’occhiata dal mio dottore, che è un fenomeno. E se poi servono altre cure o altri esami privati, gli presto i soldi perché sicuramente non ce li ha.”

Vi posso assicurare che c’era buona fede in quelle intenzioni. Bè, dopo pochi giorni viene chiamato dal sindacalista di zona ed ovviamente l’impiegata ha passato la telefonata al titolare, che si è sentito dire che telefonare a casa a un dipendente ammalato era un reato e che avrebbe fatto una denuncia alla Direzione Territoriale del Lavoro.

Non so come siano finite le cose e nemmeno perché quel dipendente si sia rivolto al sindacato.

So però che la vicenda ha ferito profondamente questa persona e la mia speranza è che non sia arrivato alla conclusione che “fare del bene non solo non ha senso, ma non conviene”.

Già Enzo Ferrari diceva: “Non fare mai del bene se non sei preparato all’ingratitudine”.

Capisco tutto, però vorrei che si affrontassero più nel merito le situazioni, sforzandosi di capire dove c’è mala intenzione e dove invece no, perseguendo con severità le prime e contestualizzando con buon senso le seconde.

12299262_875333659251125_1382833396787513970_n

 

 

4 commenti su “Enzo Ferrari diceva: “Non fare mai del bene se non sei preparato all’ingratitudine”.

  1. Bosch
    2 dicembre 2015

    io se devo fare una cosa,che non voglio classificare con “del bene”,perche’mi sembra stonato ,la faccio,sto a sentire la mia coscienza,e a volte il mio intuito,.

    La cosa che mi da’ fastidio e’ dire: potevo farlo, potevo essere utile e non l’Ho fatto….comunque a questo mondo tutti abbiamo bisogno di tutti,e non fare,quando a volte costa molto poco non e’ giusto….

    • Paoblog
      2 dicembre 2015

      ad onor del vero la vicenda raccontata parla di una persona che è andata oltre ad un semplice aiuto che poteva dare

      al fatto di ricevere in cambio l’ingratitudine, uno che cerca di fare la cosa giusta “passa oltre” …

      ma causare un danno a chi ti aiuta è sintomo di estrema superficialità se non cattiveria pura

  2. Paoblog
    2 dicembre 2015

    io come detto continuo ad agire come mi suggerisce la mia indole e giustamente uno non fa del bene aspettandosi un grazie, ma è vero che è meglio mettere in conto l’ingratitudine, anche quella dolosa che, come raccontato nell’articolo, aggiunge problemi concreti a chi ha cercato di fare la cosa giusta in totale buonafede …

  3. Spugna
    1 dicembre 2015

    Bisogna fare del bene senza pensare alle conseguenze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: