Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Inquinamento da bauxite: in Malesia polveri rosse ricoprono Kuantan

Rossa la terra, rosse le acque, rossa l’aria. Nella città malese di Kuantan, tre anni di estrazione della bauxite – la principale fonte per la produzione dell’alluminio – hanno modificato profondamente il territorio.

I fanghi e le polveri rosse, frutto dell’intensa attività di lavorazione del minerale, hanno fatto precipitare la capitale del Pahang in una vera e propria emergenza ambientale a cui ora il governo della Malesia sta tentando di porre rimedio.

Il problema è che questa roccia sedimentaria è ricca di particelle di alluminio e silice, dannose sia per la natura che per la salute di chi la lavora.

L’aumentare delle proteste della popolazione ha spinto in questi giorni il Governo di Kuala Lumpur a prendere alcuni provvedimenti, tra cui l’interruzione di qualsiasi attività di estrazione per i prossimi tre mesi a partire da domani 15 gennaio.

Misure, non ci sarebbe neppure bisogno di dirlo, ritenute dagli ambientalisti e da quanti oggi protestano assolutamente inadeguate (oltre che tardive) visto l’attuale situazione: secondo gli esperti si è in presenza di un disastro ambientale senza precedenti con chilometri acque e terreni ricoperti da una spessa coltre color ruggine che ipoteca il futuro della zona.

lettura integrale dell’articolo qui: Inquinamento da bauxite: in Malesia polveri rosse ricoprono Kuantan

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: