Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Avrei una domanda semplice per i candidati alle Elezioni…

In questi giorni sentiamo promesse di ogni tipo, dall’eliminazione dell’Irap, delle tasse sulla casa, alla drastica riduzione delle aliquote fiscali, l’eliminazione del bollo auto o delle vecchie accise sulla benzina e via via impegni precisi su sanità, scuola, sicurezza.

Tralasciamo il fatto che quello che si impegnano a FARE una volta eletti avrebbero già potuto farlo negli ultimi 20 anni quando, a turno, erano al Governo, ma non voglio allargare il discorso.

E’ da alcuni anni, però, che ad ogni richiesta dei cittadini, che sia la chiusura delle buche per le strade così come la possibilità di avere una visita oculistica in meno di 12 mesi o quant’altro, ci si sente rispondere che non ci sono fondi.

Ed allora, se OGGI non ci sono i fondi per assolvere ai servizi minimi per la cittadinanza, come farete DOMANI a mantenere gli impegni presi con gli elettori?

Tagliando oltretutto le tasse ovvero le entrate…

Un video a supporto, uno per ognuno dei candidati principali ed in ordine alfabetico.

 

 

Annunci

2 commenti su “Avrei una domanda semplice per i candidati alle Elezioni…

  1. IlPrincipeBrutto
    22 febbraio 2018

    >> Ed allora, se OGGI non ci sono i fondi per assolvere ai servizi minimi per la cittadinanza, come farete DOMANI a mantenere gli impegni presi con gli elettori?
    .
    In uno Stato normale, dire che non si fanno lavori per mancanza di fondi e’ come dire che non si finisce una strada per mancanza di chilometri.
    Per Stato normale intendo uno Stato che ha il controllo della propria moneta, e quindi assolve il suo ruolo di emettitore esclusivo della stessa.
    Uno Stato normale puo’ (anzi: DEVE) spendere prima di incassare, e puo’ (anzi: DEVE) spendere piu’ di quanto incassa.
    .
    Uno Stato invece che usa una moneta di cui non ha il controllo si trova nella stessa situazione di una famiglia o una azienda; puo’ spendere solo dopo aver incassato, e non puo’ spendere piu’ di quanto incassa.
    .
    Quindi, la domanda ha risposte diverse a seconda del contesto; in un contesto in cui l’Italia resta uno Stato anormale, cioe’ che usa una moneta che non controlla, qualsiasi promessa di maggiore spesa non puo’ che corrispondere ad un taglio da qualche altra parte.
    .
    In un contesto in cui l’Italia ritorna padonra della propria moneta (e della propria banca centrale, non piu’ indipendente), la maggior spesa puo’ essere fatta in deficit, o al limite monetizzata direttamente dalla Banca Centrale.
    .
    Come nelle elezioni precedenti, la scelta e’ tra chi propone la continuazione di uno stato di anormalita’, e chi ha intenzione di tornare ad una situazione normale.
    .
    sicuri si diventa, fuck EU(ro)

  2. IlPrincipeBrutto
    22 febbraio 2018

    Mi permetto di aggiungere un altro commento. Date le premesse di cui sopra, gli schieramenti in campo sono ben delineati. Da una parte ci sono la Lega, i Comunisti di Marco Rizzo e Casapound. Dall’altra tutte le altre formazioni.
    .
    Mi rendo conto che questo a molti non va giu’. Sarebbe piu’ facile votare per certe posizioni se a promuoverle fossero partiti diversi. La realta’ purtroppo non accomoda questi desiderii; visto che ci hanno investito sopra il loro capitale politico, i partiti “tradizionali” (inclusio il M5S) sono tutti per il mantenimento dello status quo, cioe’ di una condizione che per l’Italia e’ sostanzialmente coloniale.
    .
    La scelta a me pare ovvia; al tempo stesso, capisco che per alcuni votare un partito “presentabile”, la cui scelta ha poche conseguenze sui propri rapporti sociali, e’ la considerazione preminente.
    .
    sicuri si diventa, fuck EU(ro)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: