Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: L’avversario

Cosa spinge un uomo a mentire per 18 lunghissimi anni? Jean Claude Romand un folle, un depresso un uomo senza personalità, è riuscito ad ingannare chiunque, persino i suoi genitori.

Un uomo ammirato da tutti, perché nonostante la sua incredibile carriera, ovviamente inesistente, è rimasto una persona semplice .. un mostro .

Testi & foto di Mikychica.lettrice 

Chi l’avrebbe mai immaginato che avrebbe sparato senza pietà alle spalle del padre e al petto sua madre, colei che l’ha messo a questo mondo, lo stesso mondo che l’ha ignorato.

E poi sua moglie Florence vittima della sua incredibile follia insieme ai figli, innocenti, Caroline e Antoine.

Un falso medico, un truffatore di poveri pensionati. Una bestia. Chi l’avrebbe mai amato per quello che realmente è, un uomo che si vergogna di se stesso.

Una richiesta sbagliata di amore, un essere malato senza via d’uscita...”per poi crogiolarsi nel suo letto umido, bagnato di sudore, nel suo cattivo odore“.

I soldi rubati ai suoi genitori, allo zio, alla famiglia di Florence ed infine anche alla sua ipotetica amante, che non l’avrebbe mai amato.

Un uomo contorto, alla ricerca di compassione non di amore. Lo stesso amore che ha dichiarato di avere, l’unica cosa autentica, forse, verso la sua famiglia.

È amore quello che spinge ad uccidere?

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 luglio 2018 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: