Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Sono obbligato per cui ti dò i Flexibile benefits, tuttavia…

Io sarò di coccio, ma la logica in questa cosa non la vedo.

Nel contratto dei metalmeccanici è previsto che dia ai dipendenti 150 €/anno per 3 anni sotto forma di Buoni acquisto non tassati.

(Originale il fatto che la somma di 150 € sia uguale per tutti ovvero il dipendente a tempo pieno e quello a tempo ridotto, ricevono la stessa somma. )

Il ragionamento alla base è che se devo (o voglio) dare 150 € netti al dipendente in realtà ne devo tirare fuori molti di più, ma a questo punto non si faceva prima a permettere un bonus annuale detassato da 150 € e via andare?

Ed invece no, devo rivolgermi ad una società esterna che mi fornisce i Buoni, ma non lo fa mica gratis ovvero spendo 21 € fra commissioni e spese.

Quindi: il dipendente riceve 150 € (che avrebbe potuto ricevere ugualmente se detassati), lo Stato non incassa 1 centesimo, io pago 21 € per avere i buoni.

Chi ci guadagna realmente?

La società che emette i buoni, mi verrebbe da dire.

Sarò perfido, tuttavia mi vien da pensare che alla parola Semplificazione i politici non sappiano realmente dare un significato.

Leggo in questo articolo: I dipendenti dispongono, dunque, di un budget spendibile in questi beni o servizi e possono scegliere liberamente di quali usufruire…

Io resto dell’idea che se gli avessi versato 150 € netti (detassati) sarebbero stati ugualmente in grado di scegliere liberamente come spenderli…

Fonte: welfareindexpmi.it

Dopo di che…

Al solito ecco l’anglicismo istituzionale di partenza: “Flexibile benefits”, che chiamarli Benefici flessibili non era fattibile.

Devo quindi fare l’ordine per i Buoni d’acquisto, ma come chiamarli se non “Tickets Compliments Selection Easy”?

E non paghi dell’anglicismo totale, c’è anche la versione “contaminata” ovvero Tickets Compliment Spesa.

Ma perchè spesa? A questo punto scrivi Shopping e via andare…

 

3 commenti su “Sono obbligato per cui ti dò i Flexibile benefits, tuttavia…

  1. IlPrincipeBrutto
    20 settembre 2018

    A me sembrano tanto prove tecniche per la reintroduzione del Truck System (mi spiace, questa la devo scrivere cosi’).
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

  2. Stefano
    21 settembre 2018

    Tessera carburante. Da noi fanno così e per quanto ne so Q8 ce le emette senza spese.

    • paoblog
      21 settembre 2018

      La carta carburante è cosa diversa dai voucher (Buoni acquisto) che non sono emessi dall’esercente (vedi Q8) ma da una società esterna che ovviamente non muove la coda per niente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: