Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Alberto Giacometti

Alberto Giacometti è stato un artista fra i più significativi del Novecento e una delle personalità più originali. Frutto di nuove ricerche, questa biografia ci introduce nell’intimità di un uomo ossessionato dal proprio lavoro e sospinto da una ricerca costante della perfezione.

Dopo una giovinezza passata nell’atelier di suo padre in Svizzera e successivamente in quello di Antoine Bourdelle a Parigi, il giovane Giacometti si affranca dai suoi mentori per indirizzarsi prima verso il Cubismo e quindi verso il Surrealismo.

Malgrado il suo lavoro venga immediatamente riconosciuto e apprezzato da André Breton, egli si allontana rapidamente dagli oggetti surrealisti che lo hanno reso celebre per intraprendere un cammino solitario che lo porrà a margine delle correnti dominanti.

Amico dei più grandi artisti e intellettuali, traccia il suo solco personale nell’intimità del leggendario atelier di rue Hippolyte-Maindron, a Montparnasse.

Profondamente attaccato alla rappresentazione umana, influenzato dalle arti arcaiche e non occidentali, abbandona progressivamente la rappresentazione naturalista per adottare una visione sintetica e talvolta allucinata della figura, che carica di una potenza misteriosa.

Con uno stile scorrevole e un andamento cronologico, Catherine Grenier ci racconta il percorso singolare dell’artista, la sua vita e la sua opera in un libro da leggere come un romanzo, arricchito da una cinquantina di fotografie che ritraggono Giacometti in occasioni private.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26 gennaio 2020 da in Cultura - Arte - Musica, L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: