Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

“Non fate uscire gli anziani” per cui cerchi di fare la spesa online…

Al 9 marzo sono riuscito a convincere mia mamma (85enne) a fare la spesa online, come fatto peraltro in passato in occasione della sua frattura del polso o quando c’era stato un disguido nel rinnovo della patente a mio padre.

Per mesi avevamo gestito il tutto online con qualche piccola spesa integrativa che facevo io nella pausa lavorativa. Altri tempi, oggi il Covid-19 ha ribaltato le carte in tavola.

La spesa del 9 marzo è stata fatta velocemente con unica consegna fattibile per il 20 marzo, senza che vi fossero altri intoppi.

Al 13 marzo abbiamo chiuso l’azienda in via preventiva, pensando di anticpare di poco i provvedimenti in tal senso del Governo (speranza vana) e quindi al 19 marzo sono stato al telefono 43 minuti con mia mamma che mi dettava la lista della spesa.

Una faticaccia.

Con la prima spesa ha messo in lista 1 brodo da 500 ml. Giorni fa, un altro. Le dico: “ma prendine 2 no?”

Risposta: “il frigorifero e’ piccolo.”

Obietto che da chiuso non va in frigorifero.

Insiste ed insisto. una trattativa da negoziatore per farne prendere 2 il che evita che rimangano senza per poi dover uscire a prenderlo, esponendosi al contatto prolungato con altre persone.

Al momento di scegliere da data ed ora di consegna che Esselunga chiama “slot” ecco che non ce ne sono disponibili fino ad inizio aprile.

Dapprima mi collegavo con il PC per vedere se riuscivo a prenotare la data, poi ho scaricato l’App dedicata che rende più facile la consultazione degli slot liberi, che peraltro non c’erano.

Ho quindi deciso di provare in tarda serata ed un paio di giorni fa alle 23.36 ancora non c’erano fasce disponibili; mi sono svegliato alle 3.30 e … ops, erano finite tutte.

In pratica è necessario collegarsi prima di mezzanotte per sperare di trovare una data disponibile e ieri sera alle 23.06, il miracolo; mi collego e ne prenoto una ed ecco che la App si blocca e risulta in manutenzione.

💻 Accedo con il Pc ed il sito va continuamente in palla… una presa per il C… in pratica.

Alla fine arrivo faticosamente al pagamento, confermo ed il sito va in palla di nuovo e stavolta svuota il carrello.

🤔 Avra’ chiuso l’ordine oppure no? Non si sa visto che non si riesce piu’ ad accedere … ma improvvisamente arriva l’email di conferma. Alleluia!!! 🎶🎵🎶🎵

Sperando che poi non succeda come racconta Maria:

“una mia amica era riuscita a prenotarsi tempo fa per la spesa con consegna a domicilio (ovviamente tempo di attesa 10 gg). Peccato che poi quando era quasi giunto il giorno stabilito, l’Esselunga ha mandato un messaggio in cui si scusavano per aver dovuto annullare la consegna e che gli avrebbero rimborsato l’importo…vedi te.”

Comunque sia non ha torto chi dice che:

 

Resta il paradosso: il paradosso di “non fate uscire gli anziani” che pero’ se non hanno sostegni esterni a supporto devono uscire ed spesso e fare file di ore ai super e quindi dato che fare una spesa grossa, con il problema di portarla poi a casa, tanto più se sono senza macchina, diventa difficile e forse si spiega perchè, come diceva una cassiera dell’Esselunga, il 60% dei clienti siano persone anziane che vanno ad acquistare poche cose.  

Se poi si aggiunge una pesante solitudine in situazioni di isolamento come quella in corso e, in taluni casi, una testardaggine che li porta a fare i soliti ragionamenti “io ho fatto la guerra, cosa sarà un virus”, il cerchio si chiude. Ma il problema resta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: