Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

I canti sui balconi, dividono…

Sfrutto quanto pubblicato su Instragram il 20 marzo…

Secondo me: cantano insieme, lacrimuccia sul balcone e poi escono 2 ore con il cane. il vero modo di farci coraggio ed infondere speranza sarebbe quello di aprire la finestra e sentire il silenzio assoluto.

Scrive leproby7547: E fare un giorno di silenzio e riflessione, per tutte le persone morte da sole, e i loro parenti che non hanno potuto più rivederle.

Scrive loredana_sg18 : Meno male che non sono sola, cominciavo a temere di avere un cuore di pietra ed un irreparabile cinismo. E starsene IN casa zitti e muti con un bel libro davanti, no vero? Troppo intelligente la cosa e fuori dalla portata generale?

Leggo poi che Ennio Morricone è contro i flashmob sui balconi: “Inopportuni … Certo, un po’ di leggerezza può aiutare, non c’è alcun dubbio, ma in questi giorni c’è stata una percentuale molto alta di morti e ci vorrebbe più rispetto. Mi chiedo cosa pensino tutte quelle persone in quei momenti: secondo me pensano solo a loro stesse”.

e poi Beppe Fiorello si sfoga: “Almeno un giorno di lutto nazionale senza canti dal balcone e battute divertenti”

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: