Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Il vaccino per l’influenza? Una chimera…

Premetto che non ne faccio una questione politica, come molti, che giustificano gli errori commessi dallo Stato e non dalla Lombardia (e viceversa, beninteso).

Finora ho difeso la Regione Lombardia dalle critiche per la gestione del Covid, perchè fermo restando gli errori, sono state fatte anche cose giuste ed un’emergenza come una pandemia non è facile da gestire.

Però per quanto riguarda il vaccino antinfluenzale mi sembra che la cosa sia stata gestita malissimo.

Già ad agosto il Prof. Galli affermava che la Regione era in netto ritardo con l’acquisto dei vaccini e l’Assessore Gallera lo smentiva.

Siamo ad inizio ottobre, il Ministero della Salute dice che la vaccinazione deve essere fatta a partire dai 60 anni e la Regione Lombardia ha innalzato a 65 anni, il che già taglia fuori parte della popolazione.

Un medico ha detto che la vaccinazione è “moralmente obbligatoria” ed ha ragione.

Leggi anche l’intervista a Alberto Giubilini dell’Università di Oxford

Tuteliamo noi stessi e tuteliamo gli altri, ancor più del solito, sia pensando alle complicazioni sia al fatto che con sintomi simili al Covid se tutti quelli che prendono l’influenza stagionale vanno al Pronto Soccorso, il sistema sanitario collasserà in pochi giorni.

Io la faccio da anni ed in passato ho fatto due polmoniti (una virale) ed una broncopolmonite che hanno fatto danni, visibili sulle lastre, e giro con il Ventolin in tasca perchè il medico mi aveva detto che ero a rischio di crisi respiratorie.

Posso permettermi un’influenza o peggio? Direi di no.

La situazione si riassume così:

Il medico di dice di cercarlo in farmacia, in farmacia ti dicono di rivolgerti al medico di base.

Visto che ieri mia cognata è andata in farmacia a chiedere e le hanno detto di rivolgersi al suo medico, oggi ho contattato il mio, ottenendo una risposta che la dice lunga.

“Se e quando lo trova mi chiami….”

SE e QUANDO?

Questa cosa mi preoccupa più del Covid, perchè se si osservano le precauzioni del caso e si riducono i contatti sociali, forse si riesce a schivarlo, ma l’influenza stagionale… è più difficile.

 

 

 

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: