Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: L’ Archeologa sorrise prima di morire

In una torrida mattina d’agosto, la quiete di Ferreries, cittadina nell’isola di Minorca, viene improvvisamente scossa dal ritrovamento del cadavere di un’archeologa, impegnata in uno scavo.

Il caso viene dichiarato subito chiuso dalle autorità per mancanza di indizi. Spetterà all’Ispettore Celso Mosqueiro, spronato da una telefonata anonima, fare luce su un omicidio che lo condurrà nei lati più oscuri dell’animo umano, in una corsa contro il tempo popolata da personaggi ambigui e dalle molteplici maschere.

Il secondo dei cinque romanzi sull’Ispettore Mosqueiro è unanimemente considerato un must del romanzo nero del 1900: una caleidoscopica e disillusa discesa nella psiche di un’umanità meschina e feroce, in cui niente è come sembra e la verità galleggia sul fondo di un pozzo dalle abissali profondità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 settembre 2021 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: