Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Il luogo dell’anima

Breslavia, 1928. Quando Laurenz Sadler chiede la mano della giovane Annemarie, immagina un futuro radioso, un appartamento in centro e il successo come compositore. Ma è un sogno destinato a non realizzarsi mai. La morte del fratello maggiore, infatti, lo costringe a prendere le redini del podere di famiglia. Un cambiamento per lui molto sofferto, che però Annemarie accoglie con sollievo.

Le luci della città non sono il posto adatto per nascondere il segreto che custodisce. Invece, nella quiete della campagna, può concentrarsi solo sul suo amore per Laurenz e, col passare degli anni, sulle loro figlie, Kathi e Franzi.

Almeno finché la guerra non bussa alla porta dei Sadler, stravolgendo tutto. Mentre Laurenz viene dichiarato disperso sul fronte russo, la vivace e brillante Kathi, ormai quindicenne, vince un concorso nazionale di matematica, attirando su di sé le attenzioni del governo di Berlino.

Col Paese sull’orlo della sconfitta e dilaniato da sospetti e delazioni, Annemarie non può rischiare che la verità sul suo passato venga alla luce. Deve proteggere la sua famiglia, anche a costo di perdere tutto ciò che ha di più caro. Non sa ancora, Annemarie, che la sua scelta segnerà il destino dei Sadler per generazioni…

La saga di una famiglia che attraversa il Novecento. Un’autrice capace di dare vita a personaggi umanissimi, cui è impossibile non affezionarsi. Una storia che ci ricorda l’importanza dei legami familiari e dei sacrifici che siamo disposti a compiere per proteggere le persone che amiamo.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 settembre 2022 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: