Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Il mondo del lavoro: Quando non vuoi fare un lavoro, ma …

Quando ti scrive un cliente straniero, ora assorbito da un Gruppo francese che speri tanto di riuscire a NON servire, viste le incaz… ops 🤭 arrabbiature 😉 che ti hanno fatto venire in passato…

Quando la scorrettezza (ritardi di pagamento) si sposa con l’arroganza, non si lavora bene.

Meglio perderli che trovarli, certi…

Niente da fare.

Il cliente chiedeva 500 pezzi, ma gli ho detto che il minimo fornibile è di 3000 (il che è vero).

Visto che costeranno più di 2 € l’uno, speravo dicesse “no, grazie, sono troppi” ed invece chiede l’offerta.

Se farà l’ordine, poi dovrò comprare la confezione famiglia di Maloox…

…….

Certe volte mi frego da solo, tanto più quando l’interlocutore non capisce dove voglio andare a parare.

Un cliente chiede una versione modificata di un articolo, gli spiego che da anni faccio solo quella standard, per una questione di costi e di “richiesta” e che quelli fuori standard avrebbero un prezzo aperto, altissimo, a consuntivo, ecc.

Insomma per non dirgli a muso duro: “non te li faccio”, ho indorato la pillola, ma non ha recepito e chiede il prezzo indicativo 🤦‍♀️

Ho fatto passare un paio di giorni e poi gli ho detto che gli posso fare solo quelli standard.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 8 dicembre 2022 da in Il mondo del lavoro con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: