Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Sondaggio sulla nostra auto ideale

Ricevo da Miro e pubblico

Mi è venuto in mente che qualche giorno fa scrivevo a Paolo che vedere una Ferrari partire lasciando la striscia nera per terra e mezzo litro di benzina nell’aria, da tempo mi suscita fastidio piuttosto che invidia.

Ho così realizzato che, anche in caso di un ipotetico sei al superenalotto, la supercar sarebbe fuori discussione per i seguenti motivi:

-inquina
-è scomoda
-è come girare con in cartello con sopra scritto “rapitemi o datemi una botta in testa che sono gonfio di soldi”

Da qui a dire che il gusto per la macchina dalla bella linea, dalle finiture accurate e col motore pronto io lo abbia perso, ce ne passa.

Di solito, quando acquisto una macchina ciò che fa da discriminante è il prezzo, però oggi ho pensato: dimentichiamo il prezzo, parliamo di pregi e difetti in assoluto, senza problemi di budget, dove sarebbe per me il punto di equilibrio tra voglia di un bel motore e attenzione all’ambiente, fra le tensioni minimaliste ed il piacere di  vedere una bella linea filante, ma anche fra comodità e maneggevolezza e fra il gusto del gadget e voglia di semplicità?

Penso che sarebbe, per tutti, un test significativo di quella che sia la personalità ma anche la cultura di una persona.

Se Paolo, passata la crisi, dovesse assumere un responsabile e chiedesse al candidato, “che macchina compreresti con un budget illimitato?” credo che valuterebbe in modo diverso chi avesse risposto Porsche Cayenne da chi avesse preferito la Pryus.

Parlare di budget illimitato però non è corretto, perchè chi ha il budget illimitato ha una station per fare la spesa, un cabrio per la domenica mattina al lago ed una smart per andare a Milano.

No, io la butto giù così: “Lavori per una ipotetica ditta che si accolla il costo della tua macchina ( qualsiasi macchina!) in acquisto ed anche in gestione, considerando che la macchina che ti verrà data sarà quella che userai per tutte le attività che fai normalmente durante la settimana, che auto scegli?

Voi cosa rispondereste?

In pratica sto chiedendo quale è la vostra auto ideale se non contassero i costi.

°°°

24 commenti su “Sondaggio sulla nostra auto ideale

  1. Pingback: Caro Francesco, parliamo dell’auto che “potrei…” « Paoblog

  2. Francesco
    16 dicembre 2009

    Essendo miliardario: per girare comodamente ed elegantemente lungo le strette vie di sanpietrino lastricate dell’Urbe Eterna Caput Mundi, appena possibile acquisterò la Aston Martin Cygnet.
    Strepitosamente bella!
    Eccellente interpretazione e trasposizione nella realtà della favola: il Brutto Anatroccolo trasformato in Magnifico Cigno.
    Eccellente esempio di genialità tecnico-stilistica in campo automobilistico.
    Francesco

  3. francesco
    3 dicembre 2009

    Percorrendo la strada della “felliniana” Dolce Vita – non accoccolato su una Lambretta Li 150 come un paparazzo, ma seduto comodamente sulla E 320 Evo della nostra società – poco fa riflettevo…
    Se è vero che i soldi non regalano felicità, è senza meno irrepugnabile che di fronte alla cospicua presenza degli stessi a render felici è la privazione della proprietà. E, accarezzando la lussuosa pelle di quella Mercedes, tale ragionamento nulla ha, nella sua apparente paradossalità, di marxista.
    * * *
    Cosa può esserci di più felice di un uomo libero? Nulla: se non il fin troppo banale possesso della salute.
    Ci può essere uomo più libero di chi nulla possiede?
    Giungo, quindi, a conclusione: se fossi miliardario – ma in tempo di euro: anche solo pluri-milionario – e quindi mi trovassi, come ci chiede Miro, a pensare a che automobile scegliere senza badare a limiti di budget, nulla acquisterei.
    Perché, avendo tanti tanti tanti soldi a disposizione, assillarsi con impegni da seguire che, inevitabilmente, la proprietà chiama?
    Non possedendo alcuna automobile, non devo occuparmi di tasse, assicurazioni e manutenzione.
    Al tempo stesso: non possedendo alcuna automobile, contemporaneamente le possiedo tutte.
    Oggi desidero la Enzo? Domani la Gallardo superleggera? Dopo-domani una Speedster originale del 1954? Le noleggio. Schiocco le dita e in un batter d’occhio le ho sotto casa a mia disposizione. Meglio di così…
    Così come qualsiasi abitazione: in qualsiasi angolo sperduto dell’Universo.
    * * *
    Forse è questa la vera felicità: la libertà.
    Francesco

    • paoblog
      3 dicembre 2009

      Hai ripreso a berti i Tetrapak di Tevernello a pranzo?? 😀

      C’è da dire che uno che con la Cucciola non fa neanche 5.000 km all’anno…se diventasse ricco, oltre che di sensibilità, anche della vile moneta, farebbe prima a noleggiare un’auto da sogno alla bisogna e via andare… 😉

      • francesco
        3 dicembre 2009

        Hic! Hic! Hic!

  4. Francesco
    26 ottobre 2009

    Venerdì stavo osservando la mia “desiderata futura automobile” parcheggiata vicino casa. Ovvero una spettacolare Audi R8 V10 nuovissima, sexy nella propria livrea nera (anche se io la preferisco bianca o colorata), sbalorditiva con i cerchi da 19 cromati lucidissimi e gli pneumatici Bridgestone super ribassati (305/30)…
    * * *
    Mentre, accanto a quella meraviglia posteggiata a spina, osservavo il motore attraverso il cofano trasparente e potevo sentirne ancora il calore (appena parcheggiata, evidentemente) ricco di emissioni di CO2 che ancora volavano per l’aria, passa un tizio alla guida di una VW Passat blu evidentemente in cerca di parcheggio, si ferma e mi chiede: «Sta uscendo?».
    Guardando la R8 mi è venuto spontaneo rispondere: «Eh… Magari!». Intendendo, ovviamente, che magari avessi potuto uscire, in quel momento, con quella meraviglia…
    * * *
    Il tizio della Passat forse non avrà avuto la percezione di quale automobile si trovava al cospetto; oppure considerava possibile che io ne fossi davvero il proprietario; o, magari, non possedeva senso dell’umorismo; oppure, più semplicemente, era troppo preso dalla ricerca dell’agognato posteggio e irritato perché non lo trovava.
    Fatto sta che mi ha guardato stupito, con una espressione quasi “fantozziana” e una smorfia a dire «Ma che significa… ma che stai a di’… Ma a chi vuoi sfottere…». E se ne è andato.

  5. miro
    9 ottobre 2009

    Lo so che non ha senso, ma certo mie deformazioni sono un retaggio paterno, e certe fisime del mio vecchio, pur riconosciute come tali, fanno comunque parte del mio bagaglio culturale. Tra queste l’incapacità di considerare auto degne di nota quelle senza le due porte dietro, quindi questo mia idiosincrasia mi porta a non considerare la (bellissima) A5.
    Già mi pare di sentire il genitore che borbotta “bravo, bravo, quarantamila euro e ti devi alzare per far salire i bambini dietro”, non lo sopporterei.
    D’altro canto ho notato che anche la più comoda delle berline lo è solo per quattro persone, nessuna macchina è veramente comoda per un eventuale quinto passeggero per lunghi tratti. Ecco che una quasi berlina, dalla linea filante, veramente comoda per quattro ma con le porte dietro farebbe per me….prezzo a parte.

  6. lorena
    9 ottobre 2009

    sceglierei una panda, magari non come la mia ma una 4×4

  7. Francesco
    9 ottobre 2009

    Questo link

    http://www.quattroruote.it/primo_contatto/articolo.cfm?codice=205822

    è un gol che entra dritto dritto, devastante come una cannonata di Kolarov, nella mia porta.
    Un gol siglato da Miro?
    Sicuramente segnato dalla “sua“ (siam qui per sognare, giusto?) A5 Sprtback che in fatto di praticità, abitabilità, ampiezza del bagagliaio sconfessa i dubbi sorti in me quando la osservavo in concessionaria.
    Fermo restando, però, che la A5 coupé (3 porte) resta un coupé da rappresentanza con abitabilità e bagagliaio di tutto rispetto.
    Fermo restando, soprattutto, che esteticamente la Sportback non aggiunge nulla di nuovo alla coupé.
    * * *
    Come un giovane ma valido portierino uruguagio ci ho messo la pezza, pur senza riuscire a evitare il gol.
    La palla, ora, passi pure a Miro o a Pao…

  8. Francesco
    8 ottobre 2009

    A proposito della mia preferita Audi R8: un aneddoto, vero ma da me “romanzato”, in perfetta sintonia con lo spirito attraverso cui io mi accosto, emotivamente, alle automobili.
    * * *
    Ha appena ritirato, presso la concessionaria Audi di Bologna, la sua nuova R8 ordinata un paio di mesi addietro. È talmente desideroso di provarla che si reca, con essa, al suo paese di origine. Forse anche un po’ per darsi arie da “sborone” agli occhi di parenti e vecchi amici di infanzia. Ci sta: in fondo, è una delle prime R8 consegnate in Italia e, davvero, pochi la conoscono; nessuno ancòra, si può dire, l’ha vista dal vero sulle strade, in quei luoghi.
    Giunto alle porte di Zocca, si ferma a un distributore per fare il pieno: ne consuma, di carburante, quella meravigliosa “bestiolina”.
    Al gestore che gli chiede se mettere la verde normale o se, piuttosto, non sia meglio la più indicata V-Power, egli – sgranando quegli occhi celesti, dolci e furbetti da bambino ancor carico di sogni – candidamente risponde: «Sai… Non so mica se va a benzina o a gasolio…».
    Vasco Rossi. Un irrazionale passionale. Un grande.

  9. Francesco
    8 ottobre 2009

    L’altro giorno alla concessionaria Audi Autocentri Balduina – che, ormai, di Balduina ha solo il nome, visto che ha filiali in quasi tutti i quartieri di Roma eccetto quello in cui è sorta negli Anni Cinquanta – di via Terenzio, al confine dei quartieri Prati di Castello e Borgo Pio, ho visto la A5 Sportback… Non mi ha fatto una gran bella impressione. Elegante, sicuramente; ma nulla di sorprendente, anche; quasi anonima. Insomma: io non vi ho visto nulla di veramente nuovo rispetto alla A5 3 porte da cui deriva. Tutto sommato, considerando che la A5 3 porte è una coupé da rappresentanza, lunga e spaziosissima, tale cioè da garantire viaggi comodi a 4 persone… secondo me era inutile affiancarvi la Sportback, solo per quelle due porte in più.

  10. Signora K
    8 ottobre 2009

    Ieri la domanda è stata girata alla Signora K che, come risaputo, non è affatto tecnologica, per cui scriverò io la sua scelta ovvero la Mercedes SLS AMG
    °°°
    Vedi: http://www.quattroruote.it/auto_novita/articolo.cfm?codice=200777

  11. miro
    7 ottobre 2009

    le risposte sono tutte interessanti però vi ricordo che il tema era: prescindendo da valutazioni economiche.

    • paoblog
      8 ottobre 2009

      Bè, tranne la digressione sulla Copan 😉 siamo rimasti nel tema … Si parla pur sempre di Audi R8, Bentley e Maserati… 🙂

  12. miro
    7 ottobre 2009

    io mi accontenterei di una Audi A5 sport back nella motorizzazione a benzina meno spinta che permette il montaggio del cambio automatico a variazione continua.
    non amo le tedesche ma la tovo davvero molto bella.
    °°°
    Aggiunta di Pao: http://microsites.audi.it/minisiti/AudiA5Sportback/?sw=adwords_outrider

  13. Francesco
    7 ottobre 2009

    Dahiatsu Copan High Grade…?
    Stiamo parlando di automobili per esseri umani, non per pupazzi da cartoni animati!
    * * *
    In realtà, se dovessi “ridurmi” a una due posti secchi tipo la Dahiatsu da 18.000 euro, mi tengo la mia Cucciola VTS da oltre 200 km/h e un sound sportivo che non fa una piega!
    Seriamente: se dovessi ridurre il budget sotto i 45.000 euro oggi come oggi punterei sicuramente su una Abarth 500 nell’allestimento Ferraris con assetto ribassato, scarichi maggiorati e potenza portata a 165 cv, rigorosamente color “rosso officina” e vistosi adesivi (strip sui fianchi, tetto a scacchi, scorpione sul cofano) dal giusto gusto “abarthista” degli Anni Sessanta… Proprio per passare inosservati!
    * * *
    Chiederò lumi sulla Maserati Gran Turismo; per tua informazione e per la gioia di Ele, in quell’autosalone hanno anche una Bentley cabrio usata di color azzurro elettrico metallizzato… forse troppo vistosa per voi?

    • paoblog
      8 ottobre 2009

      Le cabrio non sono per me… e la Bentley cabrio è cosa ben diversa dalla Continental GT… eh.. 🙂

  14. Paolo
    7 ottobre 2009

    Per la Maserati, come si dice, “domandare è lecito rispondere è cortesia”, quindi chiedi pure… 🙂 informati anche della possibilità di dare in permuta la Verso con 114.000 km 😀
    °°°
    Tuttavia se vuoi una 2 posti secchi, sotto i 45.000 € suggerisco, viste anche le tue ridotte dimensioni, la Dahiatsu Copen High Grade che vein via con poco più di 18.000 € 😉
    Vedi – Copen > http://www.quattroruote.it/listino/sintesi.cfm?mar=104&cmod=3458&call=68505&aa=2006&mm=4&ccar=A

  15. ele
    7 ottobre 2009

    Difficilissimo rispondere per me che, donna, adoro guidare, ed adoro auto e moto.
    Difficile perchè non posso dar retta all’istinto: devo valutare molte cose. Prima di tutto quella economica (sigh !) poi il fatto che abito in un centro storico dove i piccioni con le loro cacche la fanno da padroni, ho bisogno del permesso per passare e sostare nella ztl, ci sono più auto di residenti che posti disponibili quindi qualche volta ti tocca tornare fuori centro, posteggiare e rientrare in motorino o con il bus pollicino… Tutta questa premessa per dire che con gli anni ho capito che a me basta un’auto usata tanto la uso per casa-lavoro e lavoro-casa che sono sì e no 4 km…
    Però le auto ideali sono molte, una per ogni segmento. Comunque quella che mi affascina di più in assoluto è la jaguar luxury (comunque la jaguar classica mi piace da sempre).
    °°°
    Nota di Pao: Vedi > http://www.jaguar.it/it/it/new_xj/models_pricing/models/xj_premium_luxury.htm
    °°°
    Poi non disdegno la Bentley (anche la cabrio).
    Comunque, visto che di auto me ne piacciono molte, dirò le caratteristiche che più mi affascinano in un’auto: linea classica ed elegante ma sobria, ripresa (voglio le “scattose”, come me !), tenuta di strada (mi piace correre, ma amo la sicurezza).
    Per il colore, nei segmenti lusso, ammiraglia ecc ovviamente solo il nero.
    Nei segmenti più piccoli mi piace anche azzardare con bordeaux, crema e marrone. Il bianco su alcuni modelli rimane il preferito.
    Ah… dimenticavo: Pao ha tutti i recapiti nel caso qualcuno volesse farmi un regalo !!!

  16. Francesco
    7 ottobre 2009

    Sorprendente…! ma analitico come sempre… Come anche quando si tratta di auto sportive non rinunci alla comodità…
    °°°
    Io ho questo principio (in realtà non un principio, ma un mio modo di pensare spontaneo): se posso permettermi una automobile che costi più di 45.000 euro posso permettermi di bandire i sedili posteriori, ovvero solo rigorosamente 2 posti secchi. Infatti sotto tale cifra è difficile trovare una due posti secchi, a parte smart e iQ…!
    °°°
    Comunque: giusto ieri sera ho visto che nell’autosalone accanto al negozio di Giorgia, autosalone dove 15 giorni fa è arrivata una California nera (è ancora lì…) stavano scaricando una Gran Turismo 4,7 V8 S nera, vetri oscurati e con pinze freni rosse… Se vuoi vado a chiedere se è automatica… !?!

  17. Paoblog
    7 ottobre 2009

    Agganciandomi all’esempio fatto da Miro circa la diversa valutazione fra l’acquirente di Cayenne e Prius, devo dire che in effetti quando voglio valutare una persona, spesso butto lì la domanda “Cosa ne pensi del Protocollo di Kyoto?”. 😉
    E’ un bel test, spesso ti senti dare una risposta ben argomentata così come una smorfia oppure un “che xxx è?”
    °°°
    Mi è impossibile, come ben sapete, dare una risposta secca ad una domanda così, per cui farò qualche distinguo, ma sempre usando quale riferimento un’ipotetica (molto ipotetica :-D) disponibilità esagerata di pecunia…
    °°°
    Accantonando per un attimo i discorsi ambientali ed etici ho una doppia scelta, che forse non vi sareste aspettati ovvero: la Maserati GranTurismo 4.7 V8 automatica S oppure la Bentley Continental GT Speed 😀 Forte eh?
    Vedi – Maserati > http://www.quattroruote.it/listino/sintesi.cfm?mar=117&cmod=3776&call=81071&aa=2009&mm=2&ccar=T
    Vedi – Bentley > http://www.quattroruote.it/listino/sintesi.cfm?mar=70&cmod=3449&call=77291&aa=2008&mm=1&ccar=D
    °°°
    Proseguendo sulla logica del fatto che non avrei problemi di soldi arriveremmo al discorso fatto nei giorni scorsi circa i Suv ed il mio trasloco in montagna, per cui apprezzerei una Lexus 450Rh (ibrida).
    Vedi: http://www.quattroruote.it/listino/sintesi.cfm?mar=1962&cmod=3905&call=81288&aa=2009&mm=3&ccar=L
    °°°
    Ma tornando a noi, alla vita reale, alle auto che ho, vi stupirò al contrario, per cui sostituirei l’attuale Smart 1000 Benzina turbo (che peraltro mi soddisfa) con 2 Smart 1000 Benzina MHD (1 a testa, almeno non ci si scanna più…) e, quale auto di famiglia che, poco da fare, serve…penserei alla Mercedes Classe B 180 NGT BlueEfficiency (Benzina e metano). Non è l’auto che preferisco al mondo, ma vista la disponibilità in €, tanto vale…
    Vedi – Smart MHD > http://www.quattroruote.it/listino/sintesi.cfm?mar=2259&cmod=3753&call=77311&aa=2008&mm=1&ccar=2
    Vedi – Mercedes Classe B > http://www.quattroruote.it/listino/sintesi.cfm?mar=33&cmod=3586&call=82303&aa=2009&mm=4&ccar=M
    °°°
    Mi piace molto, come sapete la Honda Insight, come la Prius, ma ho le solite remore. E’ un’auto che da il meglio di sè in città, ma come gestire un’auto da 4,45 mt. in città? A quel punto, meglio la Smart MHD 😉

  18. Francesco
    7 ottobre 2009

    Il buon Guru sa che un discorso simile l’ho fatto qualche giorno fa con la mia amica Giorgia e all’epoca concordammo che una vittoria al super-enalotto avrebbe prodotto un parco auto quasi infinito, anche solo da guardare, ma tutte super-car da esibizionista…
    °°°
    Siccome sono un animale passionale non riesco a non cedere al mio desiderio di bellezza e irrazionalità che mi porta a considerare l’automobile come un oggetto che ha da essere scomodo, decisamente due posti secchi, poco bagagliaio, molto bassa, che la schiena soffra strada e buche… Fermo restando che mi accontenterei di sentire il rombo del motore con qualche sporadica sgasata ma non la userei per correre…
    °°°
    Fra l’altro una quindicina di giorni fa, in viaggio sulla Pontina di domenica mattina, ero praticamente da solo per strada e mi sono sorpreso a 148 km/h… Ho avuto, davvero, paura e per una frazione di secondo ho pensato che cacchio fai… E ho subito rallentato… Non sono più in grado, anche quando la strada è deserta, di mettermi a correre, non mi va… Perciò ho pensato: che mi serve una auto che fa 205 km/h? Ma in realtà per sentirne il rumore… Per questo comprerei lo stesso una auto sportiva…
    °°°
    Scusate la lunghezza, rispondo: Oggi come oggi comprerei una R8 V10, purché color arancio.
    Scarto ogni mio sogno di una Lotus, perché non sono più disposto a fare a meno di sistemi come l’ESP… Quando faranno Lotus più sicure…

  19. ToX
    7 ottobre 2009

    attualmente, (se è già acquistabile) la chevrolet volt direi 😀
    °°°
    Nota di Pao (per chi non conosce la Volt) – Vedi: http://www.chevrolet.it/il-mondo-chevrolet/future-cars/volt-produzione.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 ottobre 2009 da in Il mondo dell'automobile (e non solo), Pensieri, parole, idee ed opinioni con tag , , , .
<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: