Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Le confezioni dei medicinali: e la logica dov’è?

In un post pubblicato tempo fa ho scritto che:

Quello che conta, nel determinare quanto è ecologico un imballaggio, è la quantità e la tipologia di materiale utilizzato: da questo dipende l’impatto finale che ha sull’ambiente…

ogni imballaggio comporta un consumo elevato di risorse, produce un danno all’ecosistema, ha ripercussioni sulla salute dell’uomo.

Il titolo del post citato era “Packaging non sempre ecologico”, ma aggiungerei un sottotitolo: “e quasi mai logico.”

Devo parlare oggi del blister del Clarityn, un antistaminico che, soffrendo di allergia sono costretto a prendere ogni mattina per lunghi periodi di tempo, decisamente superiori al mese.

Ma la confezione di questo medicinale è di 20 compresse e vien da chiedersi perchè non offrire una confezione con almeno 30 compresse (1 ciclo di un mese) o persino di più.

Risparmiando sui costi dell’imballo, si potrebbe dapprima ridurre il prezzo 😉 ed anche risparmiare sulla quantità di imballo.

Detto per inciso la scatola, incluso il foglietto illustrativo, pesa 8 grammi. Ed in questa scatola, volendo, ci starebbero 2 blister da 20 (tot 40 compresse).

Poca cosa 8 grammi di carta? Solo se vendessero alcune migliaia di scatole all’anno e dubito sia così.

Nella foto raffigurata qua sotto vi mostro il blister da 20 compresse appena terminato e che, come si vede, sfrutta al meglio lo spazio disponibile.

Questa mattina ho aperto una nuova scatola di Clarityn da 20 compresse e, sorpresa, ecco cosa ho trovato…

Incredibile, ma vero, sono 2 blister da 10 compresse.

Doppio blister, per la stessa quantità di compresse. Doppio imballo, lo spazio usato nel peggior modo possibile, con conseguente aumento di rifiuti e di costi.

Se qualcuno mi potesse spiegare la logica di questa scelta, mi farebbe un favore.

A proposito. Trattasi di due blister, vero?

Inseriti nella medesima scatola, per cui è lecito pensate che fosse anche possibile inserire due blister da 15 compresse cadauno?

 

4 commenti su “Le confezioni dei medicinali: e la logica dov’è?

  1. Pingback: La plastica ritorna: i nostri rifiuti sono rispediti al mittente attraverso la catena alimentare. Il caso del lago di Garda | Paoblog

  2. Pingback: Diminuire l’imballaggio? E perchè mai…? « Paoblog

  3. Pingback: Si parla di ridurre gli imballi (ed i rifiuti) e poi… « Paoblog

  4. Pingback: Farmaci: confezioni monouso per evitare sprechi « Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: