Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Le estensioni di garanzia sono davvero convenienti?

Quando le estensioni di garanzia proposte da grandi catene di elettronica, negozi, web sono davvero convenienti?

Si applica agli acquisti tecnologici di valore, dai pc alla telefonia, agli elettrodomestici neri e bianchi. Si acquista contestualmente al bene, ma anche separatamente, purché entro qualche decina di giorni dalla data dello scontrino. Sono gli stessi punti vendita a proporla.

Nelle grandi catene di negozi di informatica, elettrodomestici ed elettronica di consumo, come Mediaworld o Unieuro, sarà quasi automatica.

Nel senso che le catene hanno proprie offerte di estensione di garanzia e i commessi, per prassi, le propongono: una “piccola spesa”, solitamente dai 10 ai 40 euro, per “stare più tranquilli”. E spesso il cliente accetta. A occhi chiusi.

Vuoi perché l’aggiunta sembra poca cosa di fronte al prezzo della lavastoviglie o del computer, vuoi perché non ci si sofferma a leggere le 3-4 pagine del contratto fitte di clausole, fatto sta che difficilmente si entra nei dettagli.

Ed è male, avverte Pietro Giordano, segretario nazionale di Adiconsum, perché quelle clausole spesso contengono condizioni fortemente limitanti:

“È bene leggere con attenzione l’intero contenuto del contratto per valutarne i vantaggi e i costi. Per esempio, possono prevedere franchigie e limiti alla copertura della riparazione del bene”.

Il Salvagente e Consumer hanno raccolto la sollecitazione e ha fatto il contrario di quello che molti fanno.

Invece di firmare senza leggere, siamo andati nei negozi a leggere i contratti senza firmarli. Abbiamo esaminato 9 offerte di estensione di garanzia: 6 sono a marchio Euronics, Mediaworld e Unieuro; le altre 3, Estendo e Garanzia 3, sono disponibili in diversi negozi e su internet.

Generalmente coprono elettrodomestici bianchi e neri ma è d’obbligo, prima di sottoscrivere il contratto, capire se la polizza vale per il bene acquistato: alcune offerte, infatti, escludono prodotti particolari o oggetti che costano meno di 150 euro.

Le due offerte di Mediaworld assicurano anche furto e danni accidentali, ma solo entro 60 giorni dall’acquisto e con forti limitazioni: niente rimborso, per esempio, se il bene è rubato dall’auto o in un luogo pubblico. Tutte le estensioni esaminate coprono lo stesso tipo di danni della garanzia convenzionale, a partire dalla sua scadenza, ma con durate diverse, da 1 a 4 anni.

E ci sono danni che non sono rimborsati, da nessuna: quelli di natura accidentale, quelli dovuti a dolo, negligenza o uso improprio.

Sono esclusi dalla copertura gli accessori (telecomandi e simili) e le parti che “per usura e funzionamento necessitano di periodica sostituzione”. In questa seconda categoria rientrano manicotti, cuscinetti, lampadine, cinghie di trasmissione.

Altro dato importante da verificare è l’eventuale franchigia, ossia la spesa a carico del consumatore per ogni intervento: Serena di Euronics la prevede, da 25  a 40 euro a seconda della polizza.

Anche l’uscita del tecnico o il trasporto del bene al centro d’assistenza non sono sempre gratuiti (a differenza che nella garanzia legale).

L’uscita del tecnico non lo è, per esempio, per le estensioni offerte da Euronics, che lo dichiara esplicitamente.

Altrettanto importante è l’importo massimo rimborsabile (il massimale), previsto anche per diverse riparazioni, e che si aggiunge all’eventuale franchigia e le modalità di risarcimento se è impossibile aggiustare il bene: qui deludono le garanzie di Euronics e Unieuro, che offrono solo buoni d’acquisto spendibili in negozio.

Fonte: ermesconsumer.it

Aggiornamento del 07.02.2018 – Leggi anche questo articolo de Il Salvagente: Assicurazioni inutili: l’odissea con Whirlpool di una nostra lettrice

Annunci

7 commenti su “Le estensioni di garanzia sono davvero convenienti?

  1. Pingback: Garanzia sui prodotti Apple: informazioni scorrette « Paoblog

  2. Deluso
    8 novembre 2014

    Avrei voluto leggere prima questo articolo, poiché (per mia negligenza) omisi di leggere al momento dell’acquisto di un tablet da euronics (ormai oltre un anno fa), le clausole della fantastica garanzia serena comp che la commessa mi proponeva elogiando e sorridendo, come la perfetta copertura per i danni accidentali, furti e smarrimenti.

    Ebbene ieri, nel momento del bisogno, scopro che per “danni accidentali” si intendono Trombe d’aria, terremoti, esplosioni e simili, sono pertanto esclusi urti (il mio caso), contatto con acqua e tutti i casi per i quali la garanzia avrebbe una qualche ragion d’essere.

    Inoltre gli smarrimenti proprio non sono contemplati, i furti devono essere con scasso (scordarsi quindi la garanzia per il tablet sottratto dalla borsa mentre si è in metro).

    E infine una spesa fissa di 40 euro, oltre a possibili costi extra di riparazione o sostituzione, dopo che per acquistare la suddetta garanzia avevo già pagato 59 euro al momento dell’acquisto.
    Io sono stato sì uno sciocco ad acquistarla e a non leggere le clausole ma i modi in cui viene presentata la rendono, a mio avviso, paragonabile ad una truffa.

  3. Dario Spano'
    1 gennaio 2016

    Sinceramente in questo articolo non trovo nulla d’interessante, tutte cose scontante. Come dire che il fuoco brucia

    • paoblog
      2 gennaio 2016

      Sfortuna vuole che non tutti i consumatori siano sempre ben informati…

  4. serena
    24 agosto 2016

    Perdonami ma dato che lavoro in Unieuro e le propongo ai miei clienti in quanto validi supporti per chi l’acquista mi sento di smentire il tuo articolo steso un po’ frettolosamente e dando notizie a “spizzico e bocconi”.

    Tendi a fare di tutta un erba un fascio quando parli dei 3 competitori senza però descrivere bene nessuna estensione di garanzia.

    Tra l’altro ti consiglio di tornare in Unieuro e leggere bene i contratti che sono diversi da quello proposto dai competitor (non 1 solo ma diversi in base al bene acquistato) e ci terrei a sottolineare che il buono rilasciato in caso di impossibilità ad effettuare la riparazione girandola in cassa su delle gift card sono spendibili in qualsiasi negozio.

    • paoblog
      24 agosto 2016

      A prescindere che l’articolo è del 2010 ed in questi anni le cose possono benissimo essere cambiate, in meglio come in peggio, pregasi notare che l’articolo è tratto da Fonte esterna, citata in calce.

      Se interessa, Altroconsumo nel 2014 ha pubblicato una sua inchiesta in merito che si riassume così: “Le garanzie a pagamento che cercano di rifilarci insieme al prodotto costano tanto e coprono poco.”

  5. Gaetano
    27 aprile 2017

    Ho la lavatrice in garanzia serenissina 6. Per 10 anni. Ora dopo tre anni perde acqua. Il centro assistenza Solo per la visita chiede 40 euro. E se è la guarnizione e a spese mie. Scusate ma cosa ho pagato a fare l’estensione di garanzia. Fregato da queste persone che promettono ma ti fregalo. Euronics bravi. Grazie per la fregatura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: