Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Svolta nel prezzo delle sigarette

Leggo su Il Salvagente

Un pacchetto di Malboro o di Camel si potrà pagare anche 1 euro. Sparisce infatti in Italia il prezzo minimo per le sigarette, introdotto nel 2008 da un decreto del Ministero dell’economia.  La “svolta” si deve a una sentenza del Tar del Lazio, che ha accolto il ricorso presentato dalla società Mizar Srl – importatrice di tabacchi lavorati – che lamentava un danno economico derivante dalla normativa italiana.

I giudici della II sezione del Tar (presieduta da Luigi Tosti) nell’accogliere il ricorso – contro il quale era intervenuto in giudizio anche il Codacons – si sono rifatti alla sentenza della III Sezione della Corte di Giustizia CE del 24 giugno 2010.

Una sentenza con cui la Corte ha stabilito che “La Repubblica italiana, prevedendo un prezzo minimo di vendita per le sigarette, è venuta meno agli obblighi che le incombono in forza dell’art. 9, n. 1, della direttiva del Consiglio 27 novembre 1995, 95/59/CE, relativa alle imposte diverse dall’imposta sul volume d’affari che gravano sul consumo dei tabacchi lavorati, come modificata dalla direttiva del Consiglio 12 febbraio 2002, 2002/10/CE”.

Dalla pronuncia della Corte – spiega il Tar – deriva l’illegittimità comunitaria del contestato decreto, recante appunto la fissazione del prezzo minimo dei tabacchi lavorati, il quale va dunque annullato, previa disapplicazione della legislazione nazionale poiché contrastante con il diritto comunitario.

“Ciò significa – commenta il presidente Codacons Carlo Rienzi – che da oggi le sigarette in Italia potranno essere vendute anche ad 1 euro a pacchetto, con conseguenze inimmaginabili sulla salute umana, considerando che già oggi il fumo provoca 80mila morti all’anno nel nostro paese”.
Per tale motivo, prosegue Rienzi, l’associazione dei consumatori presenterà appello al Consiglio di Stato affinché venga rivista la decisione del Tar.

°°°

Che le sigarette siano in vendita ad 1 € oppure a 10 cent, resta il fatto che fumare fa male.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 8 aprile 2011 da in Consumatori & Utenti, Leggo & Pubblico, Salute & Benessere con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: