Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Dove esporre il tagliando dell’assicurazione?

Articolo aggiornato dopo la pubblicazione e riproposto in data odierna

assicurazioneHo già parlato a suo tempo  delle modalità di esposizione del tagliando dell’assicurazione e dell’inosservanza delle norme da parte degli automobilisti, con la complicità dei vigili che sembrano ignorare la cosa, salvo multare ogni tanto qualcuno che poi mi cade pure dalle nuvole e si sente vittima di una multa ingiusta.

Un breve riassunto a beneficio di chi ha fretta.

Il tagliando dell’assicurazione deve essere esposto sul parabrezza, come previsto dalla legge.

Vedi: Art. 181. Esposizioni dei contrassegni per la circolazione – 1. E’ fatto obbligo di esporre sugli autoveicoli e motoveicoli, esclusi i motocicli, nella parte anteriore o sul vetro parabrezza, il  contrassegno relativo all’assicurazione obbligatoria.

Vedi: 3. Chiunque viola le disposizioni del presente articolo e’ soggetto  alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 22 ad € 88 . Si applica la disposizione del comma 8 dell’art. 180.

Secondo me non è difficile esporre il tagliando sul parabrezza ed in ogni caso non limita la nostra libertà personale, eppure vedo spesso auto che circolano con il tagliando applicato sui finestrini laterali posteriori. Cosa questa che li rende passibili di una sanzione.

Senza dimenticare quelli che non solo lo espongono sul finestrino laterale posteriore, ma hanno pure i vetri oscurati, il che rende il tagliando pressochè invisibile.

Tra l’altro in genere quando acquisti l’auto c’è sempre il portabollo sul parabrezza…ci sarà un perchè.

Questa mattina, tuttavia, ho visto un automobilista che ha optato per una decisione assolutamente creativa…

e purtroppo non è l’unico…

Ieri mattina mi sono recato in banca, a piedi, si tratta di 1 chilometro circa; ritornando sui miei passi mi sono messo a guardare le auto parcheggiate.

Ne ho trovate 15 con il tagliando esposto in maniera fantasiosa,  sui vetri laterali posteriori come sul lunotto (!) più altre 4 auto senza il tagliando. 

Visto quello che scriveva nei giorni scorsi Maurizio Caprino, sorge spontanea una domanda: Saranno assicurati?

Continuo a pormi le stesse domande, però. Sarò di coccio, ma non trovo risposte che abbiano un minimo di logica.

Mi chiedo perchè sia impossibile rispettare una norma e, quando si sa di essere in torto, non si provveda a sistemare la cosa.

Per la stessa ragione non mi spiego due cose:

1) la ragione per cui uno decida di mettere il tagliando nella posizione sbagliata e 2) perchè nessun vigile provveda mai a sanzionare il comportamento o, perlomeno, a segnalarlo al conducente.

Aggiornamento del 12 novembre 2014

Da aprile 2015, il contrassegno cartaceo della RCA non esisterà più, e tutti i conducenti di veicoli a motore su strada, compresi quindi quelli a due ruote, non dovranno più esibirlo, perché il controllo del pagamento del premio avverrà con la lettura delle targhe, attraverso l’archivio integrato della Motorizzazione civile.

Questa, oltre ai dati dei veicoli, ha anche l’informazione sulle polizze di assicurazione. Attenzione: non arriverà nessun microchip, almeno per ora, soluzione che il ministero ritiene al momento inutilmente costosa.

approfondisci qui

18 commenti su “Dove esporre il tagliando dell’assicurazione?

  1. Francesco
    31 agosto 2010

    Forse questo automobilista di solito viaggerà in retromarcia!

  2. Spugna
    31 agosto 2010

    Molto creativo!Meriterebbe un premio 🙂

  3. Poppea
    15 aprile 2011

    Io da secoli lo tengo sul vetro anteriore in basso a destra, l’ho fatto sempre meccanicamente perchè anche mio padre lo teneva lì.

  4. Francesco
    15 aprile 2011

    Io, invece, l’ho posizionato, ovviamente sul parabrezza, nell’angolo superiore a destra. Perché è quello che meno dà fastidio alla visuale del guidatore e, anche, del passeggero.

    Questo considerando, anche, che accanto al tagliando dell’assicurazione c’è l’adesivo del Comune che attesta la residenza nel quartiere “Della Vittoria” dove posso parcheggiare gratuitamente e il disco orario: insomma, non sono pochi i tagliandi da mettere bene in vista in modo che agenti della Municipale e ausiliari del traffico possano ben controllare.

    Infatti, ho impiegato parecchio tempo a posizionarli, quando acquistai l’automobile, in modo che fossero perfettamente paralleli, allineati al millimetro e al millimetro a squadra con il profilo del parabrezza, senza così disturbare l’estetica dell’automobile!

  5. Pingback: Parliamo di cose semplici: il tagliando dell’assicurazione « Paoblog

  6. Antonino
    7 agosto 2012

    E’ giusto che chi commette infrazioni al codice stradale sia multato. Vorrei sapere perche’ non debbano essere sansionati i vigili quando venendo meno al loro compito Istituzionale, multano (x mancata esposizione) anche quando il tagliando e’ ben visibile (sul cruscotto nella parte anteriore) come da art 181.

  7. Pingback: Crisi e caro-Rc auto: i non assicurati diventano quattro milioni « Paoblog

  8. Pingback: I vigili non vigilano, spesso, ma sono anche gestiti male… « Paoblog

  9. camilla
    8 aprile 2013

    io in un controllo dei carabinieri sono stata avvisata di posizionare sul vetro anteriore il bollo, sanzionabile come precisato appunto dal carabiniere.

  10. Angelo
    27 maggio 2013

    Io poprio non capisco come sia possibile che di recente siano stati trovati così tanti casi di guidatori che circolano senza assicurazione.

    A mio avviso esporre il tagliandino non è di certo uno sforzo per l’automobilista, ma un’operazione semplice, immediata, OBBLIGATORIA. Chi non espone il tagliandino nel posto indicato dall’art. 181, dovrebbe essere sanzionato sempre.

  11. Francesco
    5 giugno 2013

    Perché sul parabrezza?? La legge dice “nella parte anteriore o sul vetro parabrezza”. E’ un’opzione. La mia vettura – una monovolume – ha sul fianco, tra la portiera anteriore e il parabrezza, un piccolo triangolo in vetro. Io il tagliando l’ho messo lì, perché mi infastidisce qualsiasi cosa appiccicata sul parabrezza…. secondo voi è una soluzione “legale” o meno?
    grazie.

    • paoblog
      5 giugno 2013

      rileggi quello che hai scritto e datti una risposta 😉

      ovvero: “La legge dice “nella parte anteriore o sul vetro parabrezza”.

      poi: “La mia vettura – una monovolume – ha sul fianco,….”

      Secondo te “il fianco” e “la parte anteriore” sono la stessa cosa?

      • leclerc
        17 febbraio 2015

        certo che si…. è inequivocabile che il vetro laterale del passeggero o del conducente si trova nella parte anteriore.

  12. felicita
    20 luglio 2013

    io il mio tagliando l’ho posto si sulla parte anteriore del parabrezza ma non sulla destra come tutti fanno ma sulla sinistra, parte del guidatore. Andrà bene? e mi chiedo perchè tutti lo mettono sulla parte destra?

    • paoblog
      20 luglio 2013

      destra o sinistra, va sempre bene, purchè sia sul parabrezza. La posizione dipende dalla comodità del singolo. Io ad esempio l’ho messo in basso a destra perchè così, in caso di controllo, l’agente lo può verificare senza scendere sulla carreggiata.

  13. Marino
    20 gennaio 2014

    Premesso che il mio è sul parabrezza.

    Non capisco la norma. E’ assolutamente inutile.

    Non garantiche che l’auto sia effettivamente assicurata,è facilissimo falsificarlo e non ha senso che i Vigili corrino dietro a queste sciocchezze (pensate a quante auto sono parcheggiate ‘molto fantasiosamente’ mai multate)

    tra l’altro il legislatore è fantasioso “sulla parte anteriore o sul parabrezza” dove lo metto oltre che sun parabrezza? sul cofano o su un faro?

    • paoblog
      21 gennaio 2014

      Partiamo dal fondo ovvero la norma è generale ragion per cui il legislatore ha già preso in considerazione il fatto che possano esserci mezzi che potrebbero non avere il parabrezza e quindi dove esporrebbero il tagliando? Sulla parte anteriore e via andare.

      Premesso che i vigili non corrono dietro a “queste sciocchezze” anche se dovrebbero, il discorso sulle auto in divieto di sosta è figlio della classica abitudine di spostare il problema altrove. Quando scrivo di auto in divieto di sosta non multate ecco arrivare quello che dice” e quelli che passano con il rosso”? E via così…

      C’è il Codice della Strada, ci sono norme e leggi, e devono essre rispettate nella loro interezza. Punto.

      Perchè metterlo sul parabrezza? Nella norma non è scritto, ma ho avanzato un’ipotesi che ritengo plausibile; una posizione univoca del tagliando permette al controllore di vedere subito la presenza* del tagliando assicurativo, senza dover per forza di cose fermare l’auto in transito.

      Francamente se facilitare il controllo “visivo” dall’agente mi evita di essere fermato,mi sta bene. Tra l’altro preso atto che il tagliando deve essere esposto sul parabrezza, sarebbe (dovrebbe essere) automatico fermare tutti quelli che non lo hanno esposto, in quanto potenzialmente sono dei trasgressori.

      Nel caso l’auto venga fermata ad esempio su una strada che non ha una piazzola di adeguate dimensioni, l’agente ponendosi di fronte alla vettura potrà fare il controllo delcaso. Se deve cominciare a girare intorno alla vetture, ponendosi sulla carreggiata si espone a rischi inutili.

      Penso poi ai controlli automatici fatti con telecamere che essendo poste nel senso di marcia non possono certo vedere i tagliandi posti lateralmente.

      * Tralascio di proposito l’ipotesi che lo stesso sia falso o scaduto, in quanto volendo fare il difficile a quel punto anche la patente potrebbe essere falsa ed i controlli di routine non sono mai così approfonditi a meno di sospetti conclamati.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 aprile 2011 da in Il mondo dell'automobile (e non solo) con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: