Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Tonno Mareblu: l’etichetta dichiara la specie e le zone di pesca

In sintesi un articolo di mariateresa Truncellito che leggo su Il Fatto Alimentare

Su tutte le lattine Mareblu prodotte dal 1 gennaio 2011 ci sono due nuove importanti informazioni sulla  specie di tonno e sulla zona in cui è stato pescato (forse le campagne di stampo ecologista a favore della sostenibilità della pesca cominciano a dare qualche frutto).

Mareblu, società del gruppo MWBrands, è la terza marca nel mercato italiano delle conserve ittiche, annuncia una nuova iniziativa caratterizzata dall’attenzione per le problematiche ambientali.

In effetti, già nel rapporto Tonno in trappola redatto da Greenpeace, dove gran parte delle aziende produttrici uscivano con le ossa rotte, per scarsezza di informazione e mancata adozione di criteri di approvvigionamento sostenibili, Mareblu era tra i pochi marchi (insieme a Coop e ASdoMAR) a ottenere un risultato accettabile.

Le informazioni sulla nuova lattina trasparente non saranno criptate in codici e sigle di difficile interpretazione per il consumatore, ma si troveranno scritte per esteso.

Lettura integrale dell’articolo QUI

Un commento su “Tonno Mareblu: l’etichetta dichiara la specie e le zone di pesca

  1. Pingback: Tonno & Etichette: Greenpeace denuncia mancanza di trasparenza « Paoblog

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 Maggio 2011 da in Alimentazione, Cucina & Ristoranti, Consumatori & Utenti, Leggo & Pubblico con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: