Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Parliamo di cose semplici: la P di Principiante

Un vecchio post che ho deciso di modificare e riproporre. La premessa resterà sempre la stessa, in modo tale che anche chi non conosce i miei punti di vista, possa capire al volo. I lettori abituali mi scusino per questa impostazione ripetitiva.

°°°

Parliamo di automobilisti, di comportamenti e di cose semplici. Sempre più spesso leggo di automobilisti che alzano gli scudi, inneggiando alla libertà personale, al libero arbitrio, quando si chiede semplicemente il rispetto di regole, norme  e comportamenti che servono a gestire al meglio il traffico, la viabilità, pensando anche alla sicurezza stradale e di conseguenza alla tutela di ognuno di noi.

Dal mio punto di vista invocherei la libertà pensando ad altre vicende, ove vi sono reali limitazioni personali, anche perchè non sento il peso insopportabile che subiscono molti nel rispettare i limiti di velocità (sono esclusi quelli artificiosi, imposti per fare cassa e non per tutelare i cittadini).

Ma oggi vorrei parlare di cose semplici ovvero dell’adesivo con la P sul lunotto.

E’ quasi surreale vedere queste auto con la grossa P sul lunotto che circolano per le strade e verificare poi quante infrazioni, sia veniali, sia potenzialmente pericolose, siano commesse da questi Principianti.

Vien da chiedersi Chi ti ha dato la patente?, ma non per attaccare il malcapitato principiante che ovviamente deve farsi le ossa, ma la persona che era deputata ad insegnargli i comportamenti da tenere sulle strade.

Quando si parte da zero, che si sia alle elementari per imparare a leggere/scrivere, oppure in altri comportamenti, dove è l’insegnamento dell’adulto, dell’insegnante, della famiglia, a fare la differenza, va da sè che se mi viene insegnato bene, io imparo bene, tanto più se per fare un passo avanti è necessario superare un esame.

Questa mattina una vecchia Citroen, con la sua bella P, parte improvvisamente, staccandosi dal marciapiede, senza l’uso della freccia e, tanto per non sbagliare sia la conducente che la passeggera, non indossavano le cinture.

E’ semplice allungare il dito per mettere la freccia e segnalare le tue intenzioni. Non tutti possono essere lì pronti a cederti il passo, che peraltro non ti spetta, potresti avere un incidente, il ragionamento da fare è semplice. Perchè non riesci a farlo?

Hai l’auto con la P, sei un principiante, procedi a bassa velocità, persino troppo bassa, ma è giusto così, sei insicuro, meglio essere prudenti. Tuttavia mi chiedo dove sia finita la tua prudenza quando passi tranquillamente con il semaforo rosso, senza accelerare, alla tua velocità, alla quale noi tutti dobbiamo adattarci.

Eppure fermarsi quando il semaforo è rosso è semplice e dovrebbero avertelo insegnato, ma forse non è così facile da capire. Sperando che in caso di incidente sia tu a rimetterci e non l’incolpevole che è passato con il verde.

Sarebbe così semplice vivere in armonia con il mondo ed invece no…

6 commenti su “Parliamo di cose semplici: la P di Principiante

  1. Pingback: Contromano, aumentano gli incidenti. Anche perché diminuiscono le pattuglie… | Paoblog

  2. Pingback: Sono prudente, guido piano e…passo con il rosso (d’abitudine) | Paoblog

  3. Pingback: In Svizzera 3 anni per la patente? Forse hanno ragione loro… « Paoblog

  4. Pingback: Quanti punti hai sulla patente? Zero?! « Paoblog

  5. Pingback: Acquistare il corso patente online a 149 €? Ma si può? « Paoblog

  6. flori2
    9 giugno 2011

    Le frecce le usano solo gli indiani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: