Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Luce e gas: meglio rimanere nel mercato tutelato?

Il resoconto della mia esperienza con Eni, integrata danumerosi commenti di altri consumatori, è storia nota ed è uno dei post più letti ogni giorno; la domanda posta nel titolo di questo articolo che leggo su Il Blog del Consumatore calza a pennello con la domanda che mi sono posto più volte e, vista l’esperienza anche con Vodafone, temo che la si possa allargare ad ogni settore.

Le liberalizzazioni e la teorica possibilità di scelta che ci viene offerta, si scontra con la realtà dei fatti ovvero scarso rispetto dell’utente, scarsa tutela da parte dell’Autorità ed una colpevole inefficienza da parte delle società che promettono tanto e mantengono poco.

°°°

Dal 1° settembre 2011, nell’ambito del progetto “Energia: Diritti a Viva Voce”, sono attivi su tutto il territorio nazionale, sportelli gestiti dalle Associazioni di consumatori per fornire informazioni, supporto e assistenza ai consumatori titolari di utenze di energia elettrica e gas.

Nei primi cinque mesi di attività gli sportelli sono stati contattati da 3404 consumatori, soprattutto domestici (3141), ed hanno registrato una serie di problematiche riguardanti, nella maggioranza dei casi, il mercato libero (2478 segnalazioni). Più di 1000 sono stati i reclami inoltrati e quasi 100 le conciliazioni attivate.

Da questi dati, quindi, sembra che, ad oggi, il mercato tutelato (926 segnalazioni) sia rimasto il più “affidabile” e, nonostante alcune offerte vantaggiose ed allentati proposte dai vari fornitori, anche il più conveniente. Forse, però, l’obiettivo delle liberalizzazioni non era questo…

Con l’ingresso di nuovi operatori nel mercato dell’energia e del gas, si è, infatti, realizzata una concorrenza, positiva per i consumatori, alla quale, tuttavia, si è accompagnata tutta una serie di nuove problematiche che hanno frenato l’entusiasmo verso il mercato libero e che, ancora oggi, fanno scegliere a molti il mercato tutelato.
Le principali problematiche sono state:
– difficoltà nel passaggio da un fornitore ad un altro;
– pratiche commerciali scorrette, con tecniche di promozione “aggressive” e contratti non richiesti;
– problemi di doppia fatturazione;
– mancato rispetto del diritto di recesso esercitato nel termine di legge (10 giorni dalla stipula);
– difficoltà a contattare il venditore.

Gli Sportelli Energia hanno il compito di orientare i consumatori tra le varie offerte commerciali presenti nella loro zona, anche servendosi del “trova offerte” dell’AEEG, ed aiutarli nella risoluzione di eventuali problemi, anche redigendo reclami e attivando le procedure di conciliazione paritetica, quando previste dai protocolli conciliativi.

Gli sportelli della Casa del Consumatore si trovano a:
Milano, Via Bobbio 6
Genova, Salita San Leonardo 9/2
Roma, Via Lungo Tevere Sanzio 5

Questi i recapiti per contattarli telefonicamente e via mail:
Milano: 02 76316809 – segreteria@casadelconsumatore.it
Genova: 010 2091060 – liguria@casadelconsumatore.it
Roma: 06 585511 – casadelconsumatoreroma@yahoo.it

3 commenti su “Luce e gas: meglio rimanere nel mercato tutelato?

  1. Pingback: Bip: Tre Italia riconosce fino a 100 € di credito residuo | Paoblog

  2. Pingback: Gli utenti Italiacom si scontrano con un Muro di gomma | Paoblog

  3. Pingback: Siamo messi bene, se traslocare la linea voce + adsl costa più che disattivarla…. | Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: