Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

RC auto e condominio: obbligatoria la mediazione

leggo su Il Blog del Consumatore

Il 20 marzo 2012, è una data “spartiacque” per la gestione del contenzioso in materia civile: tutte le controversie in materia condominiale e di rc auto e natanti dovranno passare per il tentativo obbligatorio di mediazione prima di poter approdare (se necessario) in Tribunale.

Per questi due settori, notoriamente molto litigiosi e complicati, si era ritenuto opportuno posticipare di un anno l’introduzione di tale obbligo, soprattutto per adeguare le modalità della procedura alle peculiarità delle liti tra vicini e per incidenti stradali.

Probabilmente un simile “adeguamento” non è ancora stato predisposto…

Fatto sta che, secondo le stime del Ministero della Giustizia, da oggi il carico di cause pendenti davanti ai Tribunali italiani si alleggerirà di molto: oltre 300 mila controversie in più andranno in mediazione!

Quindi, per i casi di mancato di indennizzo diretto, l’assicurato potrà chiamare in mediazione la propria assicurazione, una volta trascorsi 60 giorni dalla ricezione della proposta risarcitoria formulata dalla compagnia.

Ricordiamo, però, che tale termine è di 90 giorni quando si tratta di danni fisici alla persona, mentre si riduce a 30 giorni quando i soggetti coinvolti nel sinistro hanno compilato e sottoscritto il modulo di constatazione amichevole.

Con riferimento alle controversie condominiali, poi, dovrebbero valere alcune regole ad oggi previste per le cause in Tribunale.

In particolare, per poter legittimamente rappresentare il Condominio davanti all’organismo di mediazione e firmare il verbale di conciliazione, l’amministratore dovrà essere autorizzato dall’assemblea dei condomini.

L’inconveniente è che, nei casi in cui il Condominio sia il “convenuto”, cioè il chiamato alla mediazione, i tempi per convocare l’assemblea rischiano di essere piuttosto ridotti. Il “primo incontro” davanti al mediatore, infatti, deve avvenire entro 15 giorni da quando la controparte ha depositato la domanda di conciliazione.

Staremo a vedere…

Leggi anche il parere di Altroconsumo

Un commento su “RC auto e condominio: obbligatoria la mediazione

  1. Domenico D'Ulisse
    12 aprile 2012

    Non credo sia necessario convocare l’assemblea dei condomini per partecipare alla mediazione. Infatti l’amministratore ha già i poteri per la cd rappresentanza passiva. Rilevo che in caso di proseguimento della vertenza, il giudice potrebbe trarre argomenti di prova anche dalla mancata partecipazione del Condominio alla Mediazione.

    Certamente la firma dell’accordo di mediazione dovrà essere autorizzato dall’assemblea dei condomini con le dovute maggioranza a secondo dell’argomento trattato.

    Diverso è il caso in cui il condominio promuove la mediazione.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: