Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La pubblicità che…disseta

questa notizia che leggo su Rinnovabili

mi fa venire alla mente un servizio visto tempo fa, credo a Superquark, che spiegava come un contadino riuscisse ad irrigare i suoi campi sfruttando per l’appunto l’acqua contenuta nella nebbia che avvolgeva la zona nelle ore serali e mattutino e che raccoglieva con una serie di reti molto fini. Molto interessante e se ritrovo la registrazione, inserirò il link.

°°°

E se a produrre acqua potabile fossero quei grandi cartelloni pubblicitari che stanno affollando le città?

L’idea è venuta ad un gruppo di ricercatori dell’Universidad de Ingeniería & Tecnología (UTAC) di Lima che ha deciso di associare una funzione di pubblica utilità alla campagna lanciata per promuovere l’ammissione all’ateneo.

Sfruttando le più moderne tecnologie di recupero idrico dall’aria, gli ingegneri peruviani hanno realizzato un mega pannello in grado di generare acqua potabile da umidità e nebbia.

“Questo cartellone riflette la proposta educativa dell’università, vale a dire quella di  sviluppare l’ingegno e il talento dei nostri studenti attraverso una pratica basata sull’insegnamento. L’obiettivo è quello di risvegliare la vocazione allo studio dell’ingegneria rendendolo più attraente per i giovani e prepararli a diventare professionisti altamente qualificati che applicano la scienza, la tecnologia e l’innovazione per lo sviluppo sostenibile del Perù“, ha affermato Jessica Ruas Quartara dell’UTEC.

Il cartellone sarà visibile al Km 89,5 della Panamericana e integra cinque macchine che, attraverso uno speciale sistema elettronico, convertono l’umidità atmosferica in acqua; questa a sua volta, dopo essere stata purificata attraverso un filtro a carboni attivi, scorre in un tubo fino ai piedi del pannello.

Pronto in tempo per l’inizio della stagione estiva, sarà in grado di genererà un totale di 96 litri al giorno, che potranno essere liberamente utilizzati dalla comunità circostante.

2 commenti su “La pubblicità che…disseta

  1. Nancy
    1 marzo 2013

    Ottimo post!

    In questa pagina web spiegano perché non piove mai a Lima nel Perù. Ho pensato che questo articolo spiega le motivazione che hanno avuto da quelle parti per ricavare dall’umidità ambientale acqua per irrigare.

    Di sicuro il progetto può interessare in molti paesi dove la risorsa idrica è veramente importante giacché fa la differenza fra la vita e la morte.

  2. Bosch
    1 marzo 2013

    Appero’,il genere umano sta diventando intelligente?

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: