Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Niente vacanze per l’ispettore Morse

di Colin Dexter

Sellerio – Pagg. 364  – € 14,00 > lo vendo ad € 6,00  + spese spedizione

2760-3

Trama: Intorno alla chiesa di St Frideswide, dall’alto del suo campanile gotico, a Oxford North, si vede scorrere la vita di quel pezzo di provincia inglese. Il reverendo Lawson è tiepido nella fede come lo è in tutto, tranne che nella raccolta delle offerte; la piacente Brenda Josephs sfoga la sua inquietudine con l’organista Paul Morris distratto dall’erotismo delle sue giovani allieve; il marito di Brenda, Harry Josephs, sagrestano, non trova pace negli umilianti, per lui ex ufficiale, lavoretti che trova da disoccupato; uno strano barbone entra ed esce dalla canonica; qualche vecchia beghina sa qualcosa; una donna formosa attrae l’attenzione, forse volontariamente. In questo clima sensuale e ipocrita qualcuno di loro è un assassino, qualcuno di loro sarà una vittima: e i delitti avvengono in un trascinamento impercettibile delle azioni umane, quasi che fosse l’ambiente a contenere un magnetismo che muove i protagonisti.

La chiave della suspense dello scrittore Colin Dexter, ultimo e innovatore rappresentante del giallo classico inglese, è infatti nella capacità di far derivare lo strappo della violenza omicida dalla ordinarietà delle circostanze: una trama costruita particolare dietro particolare già a partire dal soffermarsi dell’occhio narrativo sugli oggetti che designano i luoghi; personaggi non simpatici, tutti abbastanza gretti ma nessuno totalmente privo di bontà e buoni sentimenti; un sussiego scostante da città universitaria di livello prestigioso, quale Oxford.

Letto da: Paolo

Opinione personale: Il personaggio principale mi ricorda molto, il più famoso Ispettore Barnaby e le tipiche ambientazioni delle sue indagini; anche in questo caso le motivazioni alla base di tutto sono le più banali, soldi, relazioni extraconiugali e rancori di varia natura. Si tratta sicuramente di un buon giallo, sebbene la storia in sè mi sia sembrata  più complicata del necessario, nel vero senso della parola ovvero il colpevole sembra che abbia fatto di tutto per pianificare un omicidio a prima vista perfetto. Non posso scendere nel dettaglio per ovvi motivi. 😉

Ho già verificato che questo è il quarto libro di quelli scritti con il personaggio di Morse, ragion per cui come spesso capita, farò il percorso a ritroso acquistando L’ ultima corsa per Woodstock.

2 commenti su “Un libro: Niente vacanze per l’ispettore Morse

  1. Pingback: Un libro: L’ultima corsa per Woodstock | Paoblog

  2. Pingback: Un libro: Al momento della scomparsa la ragazza indossava | Paoblog

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: