Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Imprese e trasportatori litigano sul prezzo. Più controlli metterebbero tutti d’accordo

Sul Sole 24 Ore di oggi trovate un mio articolo sull’ultima puntata della telenovela che potrebbe finire con l’abbattimento del regime dei costi minimi nell’autotrasporto.

Quello che dal 2010, di fatto, vieta di chiudere contratti in cui il committente paga al vettore un prezzo inferiore ai costi minimi del trasporto, stimati da un Osservatorio istituito presso la Consulta nazionale dell’autotrasporto.

Questo sistema ha fatto imbufalire le imprese italiane (da Confindustria in giù), che hanno presentato ricorsi in tutta Italia. Il risultato è che la normativa sarà portata davanti alla Corte costituzionale e – è notizia di ieri – anche davanti alla Corte di giustizia europea. Dall’altra parte della barricata, le imprese di trasporto.

Chi ha ragione? Cerchiamo di spiegarlo con obiettività.

Il sistema dei costi minimi è stato l’unico modo di una certa efficacia che l’Italia è finora riuscita a darsi per tutelare la sicurezza stradale nell’autotrasporto. Si sa che gli operatori del settore hanno molto peso nelle decisioni politiche, non foss’altro che per la loro capacità di….

Continua la lettura qui > Strade sicure – Imprese e trasportatori litigano sul prezzo. Più controlli metterebbero tutti d’accordo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: