Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Rase al suolo le “villette degli assessori”

Incivili - segnaleLe ruspe da stamattina stanno radendo al suolo le “villette degli assessori” sulla spiaggia di Lido Rossello e Realmonte, in provincia di Agrigento.

Le tre palazzine mai finite hanno deturpato per anni il paesaggio caratterizzato da un mare cristallino e da falesie bianchissime ma finalmente le denunce di Legambiente, partite dai primi anni novanta dello scorso secolo, hanno avuto successo.

Nei primi anni Novanta alcuni assessori siciliani, da qui il nome “villette degli assessori”, si rilasciarono concessioni edilizie utilizzando regolamenti scaduti e senza tenere conto dei vincoli paesaggistici, puntando alla realizzazione di una serie di abitazioni accanto a dove sorgeva l’ecomostro dell’albergo demolito lo scorso 6 giugno, scempi entrambi dell’abuso edilizio che per oltre un ventennio ha danneggiato una delle baie più belle d’Italia.

Le denunce di Legambiente risalenti al 1992 portarono la magistratura a riflettere e l’anno successivo a annullare le concessioni e bloccare i lavori. All’inizio del 1994 la Giunta municipale, la commissione edilizia e alcuni imprenditori vennero arrestati, processati e condannati. Nel 2011 il ricorso dei proprietari venne bocciato ed è di oggi la demolizione degli scheletri.

(Notare la faccia tosta! Non solo hanno realizzato villette abusive, fregandosene di norme e vincoli, ma hanno pure fatto ricorso.)

Fonte: Rinnovabili.it

Un commento su “Rase al suolo le “villette degli assessori”

  1. Poppea
    21 giugno 2013

    Be’ …so’ soddisfazioni 😀

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: