Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Le giacche degli allenatori

 

“Questo libro aiuta a capire qual è il vero sogno di un bambino.” (Javier Zanetti)

“I tifosi più sono piccoli e più sono belli. Per loro, il calcio è come una bellissima fiaba senza fine.” (Eugenio Bersellini.” )

“Questo libro mi ha fatto rivivere la mia magica Inter. Spero che ai bambini che amano il calcio piacerà quanto è piaciuto a me.” (Evaristo Beccalossi)

Greison-Giacche-225x300

do ha poco più di dieci anni, e ama il calcio sopra ogni cosa. Un giorno, durante le sue scorribande per il quartiere, si imbatte in un edificio in fase di costruzione, all’apparenza vuoto, ma in realtà pieno di oggetti e fotografie, come una specie di museo avveniristico.

Curiosando in giro, trova uno scatolone con dentro tante giacche: ne prova una, e di colpo, per magia, si ritrova al centro sportivo della Pinetina, dove si allena l’Inter alla fi ne degli anni ’70.

Un meraviglioso prodigio che gli permette di vivere un’esperienza fuori dal comune: un viaggio mozzafiato e affascinante di un giorno intero insieme alla grande squadra nell’anno dello scudetto.

Emozionato, Edo conosce i campioni di allora: Altobelli, Beccalossi e il mitico allenatore Eugenio Bersellini, il Sergente di Ferro – che è anche il proprietario della giacca indossata da Edo; incontra una bambina bellissima ma un pochino strampalata, viene avvicinato da un losco figuro e stringe amicizia con un altro ragazzo, un tifoso entusiasta come lui… ma tanto tempo prima!

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 settembre 2013 da in Il mondo dello sport, L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni, Leggo & Pubblico con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: