Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Il sistema Primove per ricaricare i bus elettrici senza collegarsi alla rete elettrica

Le indiscusse potenzialità ambientali della mobilità elettrica urbana sono ormai un elemento noto agli addetti ai lavori e ai cittadini. La loro lenta affermazione sembra essere un fenomeno inarrestabile, forse l’unico in grado di contrastare concretamente il crescente abbassamento della qualità della vita nelle nostre città.

Uno degli elementi che frenano questa “rivoluzione” è la frequente necessità, per i trasporti pubblici, di realizzare linee aeree di alimentazione, o catenarie, impattanti per i nostri centri storici. A volte addirittura vietate.

Su questi presupposti la Bombardier, colosso internazionale della produzione di locomotive ferroviarie ed aerei, ha sviluppato un innovativo sistema, detto PRIMOVE, che consente la ricarica delle batterie per induzione magnetica, cioè senza collegamenti alla rete.

IMG_0021

Le stazioni di ricarica sono costituite da piastre complanari al rivestimento stradale ed in grado di trasmettere, in pochi secondi e quando il mezzo si trova sopra di essa, una grande quantità di energia capace di ricaricare le piccole batterie di bordo.  Il sistema è finalizzato a garantire una limitata autonomia necessaria al raggiungimento della successiva stazione di ricarica, cioè una fermata.

Non parliamo di fantascienza e neanche di realtà prototipale: il sistema messo a punto dalla Bombardier è operativo e, per la prima volta al mondo, già in esercizio con autobus elettrici che coprono una linea urbana a Braunschweig, cittadina nella bassa Sassonia.

Fonte: Rinnovabili.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: