Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Pluripregiudicato, condannato e liberato perchè è “quasi incensurato”?

giustiziaQuando si sentono in Tv notizie che riguardano reati commessi da gente arrestata il giorno prima per la stessa cosa e subito rimessa in libertà a piede libero, la Signora K dà i numeri, chiedendosi che cosa fanno Polizia e Carabinieri.

Vero che il controllo del territorio spesso latita, ma vero anche che, come le ripeto sempre, il problema è altrove ovvero nelle leggi e nei giudici.

Va da sè che di fronte a certe decisioni, anche l’agente più attento, si chiederà a che serve darsi da fare…

Ed infatti oggi leggo di 3 ladri arrestati da una pattuglia della polizia dopo aver rubato in un negozio. Finiti a processo il trio aveva patteggiato davanti al giudice una pena di dieci mesi.

Pena in realtà subito sospesa e quindi eccoli liberi quindi tutti e tre.

Quello che colpisce è il fatto che uno dei ladri era in realtà gravato da numerosi precedenti penali. Fatto che quindi avrebbe giustificato una misura forse più severa, o comunque differenziata.

Ciò che sorprende è che nel disposto della sentenza di condanna (e scarcerazione) si legge che il soggetto in questione, pieno zeppo di precedenti per furti e reati analoghi, viene fatto oggetto del beneficio della sospensione condizionale della pena per la sua «quasi incensuratezza».

Mi piacerebbe vedere che succederebbe se questo quasi incensurato colpisse in casa del giudice…

2 commenti su “Pluripregiudicato, condannato e liberato perchè è “quasi incensurato”?

  1. paoblog
    5 settembre 2014

    se non erro negli Usa al terzo reato, quale che sia, rischi una pena lunghissima…

    vero che ci sarebbe da discutere sul fatto che il nostro sistema carcerario (tranne alcune eccezioni) non è strutturato in modo tale da dare un’alternativa a chi ha sbagliato una prima volta, ma vero anche che errare è umano, ma perseverare è (in questo caso) criminale, per cui se dicidi che la tua strada sia al di fuori della legge, ne devi pagare le conseguenze …

    uscendo dal seminato, è un pò con le violazionid elle regole pubblicitarie (leggi pubblicità ingannevole, ad esempio le vicende di Rocchetta/Uliveto e di Poltrone & Sofà)… alla prima violazione ti becchi 100.000 € di multa, alla seconda 1.000.000 ed alla terza 10.000.000 … poi vediamo se capisci…

    ed invece quelli di Poltrone & Sofà sono già stati multati per queste campagne di sconti e doppi sconti, per un importo di 170.000 €, cifra questa che ovviamente ha fatto il solletico ad un’azienda che fattura 180 milioni all’anno.

  2. IlPrincipeBrutto
    5 settembre 2014

    Il tizio che a Genova ha picchiato seriamente un autista di autobus ha una lista di precedenti lunga cosi’, quasi tutti per atti di violenza.
    Uno con una tale lista di recidive e’ secondo me da considerare irredimibile, e quindi da levare dalla circolazione (vale a dire con una lunghissima pena detentiva).
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: